Contenuto sponsorizzato

Venezia devastata dall'acqua alta. Piazza San Marco allagata, hotel distrutti, un morto fulminato e incendio in un museo

Allerta massima anche questa mattina in laguna per un'altra marea che potrebbe raggiungere il picco di 145 centimetri. Vigili del fuoco, protezione civile e tutte le forze dell'ordine stanno coordinando gli sforzi per aiutare i cittadini

Video tratto da Local Team. Clicca sull'immagine
Pubblicato il - 13 novembre 2019 - 08:39

VENEZIA. Record di acqua alta a Venezia. Il Centro maree ha appena comunicato che questa mattina, alle ore 10.20, è previsto un possibile picco di 145 centimetri.

 

Nella tarda serata di ieri e nel corso nella notte sono stati molti i momenti di paura. Dopo il picco di marea da 187 centimetri l'acqua è scesa lasciando dietro di sé, però, danni ingenti.

Stanno operando insieme Protezione Civile, Polizia locale e tutte le forze dell'ordine con vigili del fuoco e personale del 118.

Il mare è letteralmente entrato nella laguna. Piazza San Marco è stata sommersa, le hall degli hotel completamente distrutte. Tutte le scuole in città oggi restano chiuse.

Purtroppo non sono mancati anche i morti. Un anziano di 78 anni è rimasto fulminato mentre cercava di far ripartire le elettropompe nella sua casa allagata.

 

I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per spegnere l'incendio all'interno del Museo di Cà Pesaro a Venezia, provocato dal mal funzionamento della cabina elettrica.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
24 ottobre - 09:54
La Cgia di Mestre ha elaborato i dati sui lavoratori che non hanno ancora fatto il vaccino contro il Covid-19. La percentuale più alta si registra [...]
Cronaca
23 ottobre - 17:55
L'incendio in un maso a Rio Bianco in Val Sarentino è scoppiato il 10 ottobre, due persone erano finite in ospedale. Ora la decisione di [...]
Cronaca
24 ottobre - 12:53
La presa di posizione dell'Anpi che spiega:  "Molte di queste provocazioni sono attuate da gruppi di chiara matrice neofascista e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato