Contenuto sponsorizzato

Venezia devastata dall'acqua alta. Piazza San Marco allagata, hotel distrutti, un morto fulminato e incendio in un museo

Allerta massima anche questa mattina in laguna per un'altra marea che potrebbe raggiungere il picco di 145 centimetri. Vigili del fuoco, protezione civile e tutte le forze dell'ordine stanno coordinando gli sforzi per aiutare i cittadini

Video tratto da Local Team. Clicca sull'immagine
Pubblicato il - 13 novembre 2019 - 08:39

VENEZIA. Record di acqua alta a Venezia. Il Centro maree ha appena comunicato che questa mattina, alle ore 10.20, è previsto un possibile picco di 145 centimetri.

 

Nella tarda serata di ieri e nel corso nella notte sono stati molti i momenti di paura. Dopo il picco di marea da 187 centimetri l'acqua è scesa lasciando dietro di sé, però, danni ingenti.

Stanno operando insieme Protezione Civile, Polizia locale e tutte le forze dell'ordine con vigili del fuoco e personale del 118.

Il mare è letteralmente entrato nella laguna. Piazza San Marco è stata sommersa, le hall degli hotel completamente distrutte. Tutte le scuole in città oggi restano chiuse.

Purtroppo non sono mancati anche i morti. Un anziano di 78 anni è rimasto fulminato mentre cercava di far ripartire le elettropompe nella sua casa allagata.

 

I vigili del fuoco hanno lavorato tutta la notte per spegnere l'incendio all'interno del Museo di Cà Pesaro a Venezia, provocato dal mal funzionamento della cabina elettrica.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 17:27

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi: il rapporto contagi/tamponi si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure ospedaliere. Il totale è di 6.614 casi e 471 decessi da inizio epidemia coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato