Contenuto sponsorizzato

A22 paralizzata, Fugatti: ''Ho interessato il governo''. Kompatscher: ''Ho parlato con Vienna, che manterrà la parola''

La situazione al valico del Brennero è difficile, camionisti bloccati per ore e costretti, in alcuni casi, a passare una notte al freddo in autostrada. Una vicenda che crea molte preoccupazioni per la lunga colonna di autoarticolati fermi lungo l'arteria autostradale in attesa dei controlli sanitari al confine di Stato tra Italia e Austria

Pubblicato il - 12 marzo 2020 - 19:49

BOLZANO. "Dopo i problemi di questa mattina si va verso una parziale normalizzazione del traffico lungo la A22". Così Arno Kompatscher, presidente della provincia di Bolzano. "Si concretizzano le assicurazioni del ministro Nehammer per garantire il transito delle merci".

 

La situazione al valico del Brennero è difficile, camionisti bloccati per ore e costretti, in alcuni casi, a passare una notte al freddo in autostrada (Qui articolo). Una vicenda che crea molte preoccupazioni per la lunga colonna di autoarticolati fermi lungo l'arteria autostradale in attesa dei controlli sanitari al confine di Stato tra Italia e Austria.

 

Già nel pomeriggio di ieri (mercoledì 11 marzo) dopo essere stato contattato dal presidente Kompatscher, il ministro degli interni di Vienna, Karl Nehammer, aveva assicurato il suo intervento per attuare dei rimedi in tempi brevi. Nel frattempo, dalla mattinata di oggi (giovedì 12 marzo), la colonna prosegue ininterrotta lungo tutta la val d'Isarco.

 

Il presidente Maurizio Fugatti ha interessato anche il governo italiano. "Restare in colonna comporta costi e rischi. Da parte del ministro c'è stata una consapevolezza di prendere in capo la problematica". Nel corso del pomeriggio, però, per cercare di risolvere la situazione, i controlli al confine sono stati potenziati e ora la struttura riesce a "passare" circa 300 mezzi pesanti all'ora, 80 in più di ieri.

 

"Quando la situazione sarà a regime - commenta Kompatscher - i mezzi pesanti controllati al confine del Brennero potranno essere di 400 all'ora. Un numero che potrà garantire un regolare flusso dei transiti".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 25 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 gennaio - 17:44
Sono stabili le ospedalizzazioni con una persona in più in terapia intensiva. I guariti superano i nuovi positivi
Cronaca
26 gennaio - 11:59
Durante le fasi d'arresto, non sono mancati i momenti di tensione, il giovane infatti ha opposto resistenza
Cronaca
26 gennaio - 16:03
Il 61enne da un anno e mezzo lottava contro le complicazioni causate da una puntura di zecca. Ricoverato all'ospedale di Belluno era riuscito a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato