Contenuto sponsorizzato

Abbattimento dell'orso, Alessandro Gassman contro Fugatti: ''Assomiglia a John Belushi, solo che uno era un genio l’altro, lascio a voi la descrizione''

L'attore Alessandro Gassman è intervenuto su Twitter dopo la decisione di Fugatti di firmare l'ordinanza di abbattimento dell'orso e chiede a propri follower di farsi sentire: "Se tutti mandate un Tweet al coso,al Presidente della provincia di Trento che ha firmato l’abbattimento, dicendogli cosa pensate di tutto questo, secondo me un po’ lo ridimensionate"

Di gf - 26 giugno 2020 - 12:01

TRENTO. “Fugatti,che vuole abbattere un orso in Trentino, mi va ad assomigliare ad uno dei miei attori più amati, John Belushi, solo che uno era un genio l’altro, lascio a voi la descrizione più appropriata”. Ad intervenire contro l'ordinanza del presidente Fugatti di abbattimento dell'orso trentino che nei giorni scorsi ha aggredito padre e figlio è anche l'attore Alessandro Gassman con un serie di interventi su Twitter.

 

Sulla dinamica della vicenda sono ancora in corso dei chiarimenti. Nelle scorse ore a farsi sentire è stato anche il ministro dell’Ambiente Costa preannunciando di voler valutare i presupposti giuridici per una eventuale impugnazione dell'ordinanza. (QUI L'ARTICOLO)

 

“Noi siamo circa 60.000.000 gli orsi in Trentino circa 80, gli abbiamo invaso ogni spazio, depredato, cementificato, disboscato, sversato, bruciato, e ora ne abbattete uno con prole perché sostenete sia pericoloso? Lui pericoloso? Siete degli incapaci e dovete vergognarvi” scrive Gassman.

 

L'attore non risparmia critiche al presidente Fugatti e invita i propri follower a farsi sentire. “Se tutti mandate un Tweet al coso, al Presidente della provincia di Trento che ha firmato l’abbattimento, dicendogli cosa pensate di tutto questo, secondo me un po’ lo ridimensionate. Dicono che si chiami Fugatti,il partito potete immaginarlo”.

 

La presa di posizione del famoso attore italiano in difesa dell'orso ha trovato anche la risposta del ministro all'ambiente Sergio Costa che sempre su Twitter, riferendosi ad uno dei tweet dell'attore, scrive: “Ciao Alessandro. Concordo con te. Farò tutto quello che è nelle mie possibilità per fermarli e salvare questo orso. Se fosse stata un'orsa che difendeva i propri piccoli? Qualsiasi mamma lo avrebbe fatto. Rispettiamoci tutti, esseri umani e animali”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:05

Oggi la Giunta provinciale ha approvato il documento attraverso il quale si avvierà la riduzione delle presenze all'interno della residenza fino alla chiusura. Sul tema dell'accoglienza il neo sindaco di Trento, Franco Ianeselli, ha spiegato che tra Pat e Comune ci sono due linee opposte: "Sbagliato scaricare sulla città tutti gli oneri come è stato fatto negli ultimi anni. La strada giusta è l'accoglienza diffusa"

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:19

Se Riva pare la piazza più in bilico dove la destra potrebbe tentare il colpo forte anche dell'alleanza con i civici di Malfer e il Patt locale, quello provinciale ricorda ai suoi elettori da che parte sta l'Autonomia. Intanto anche le Sardine tornano a farsi sentire (giovedì a Riva alle 17 ci sarà un flash mob) ben consce del fatto che anche nelle piazze dove qualcuno poteva sperare nel cambiamento il rischio di ritrovarsi con la Lega del Trentino (e non quella di Zaia) al governo è troppo alto 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato