Contenuto sponsorizzato

Addio a Piergiorgio Cattani: ''Il tuo cuore si è fermato e si è portato via un pezzo dei nostri''

Piergiorgio Cattani è morto nelle scorse ore, condoglianze dal mondo politico e associativo trentino. L'avvocato Schuster scrive "Era l'emblema della vita" mentre le Acli ricordano il "coraggio e la tenacia di un uomo che ha fatto della sua vita un esempio di resistenza contro l’omologazione e il conformismo"

Pubblicato il - 08 novembre 2020 - 14:12

TRENTO. “Ci hai lasciato improvvisamente, il tuo cuore si è fermato e si portato via un pezzo dei nostri”. Sono tantissimi i messaggi in queste ore dopo il grave lutto che ha colpito tutto il Trentino con la morte di Piergiorgio Cattani. (Qui l'articolo)

 

Amici, colleghi, chi ha fatto anche solo un tratto di strada assieme, Piergiorgio è riuscito a lasciare un'impronta indelebile. La terribile notizia è arrivata nelle prime ore di questa mattina.

 

Presidente di Futura ma non solo. Scrittore, intellettuale, “Un guerriero gentile. Intelligente, spigoloso, stimolante” come lo ha definito il sindaco di Trento Franco Ianeselli in un messaggio pubblicato su Facebook.


Piergiorgio era l'emblema della vita. Un ricordo fra i tanti: mi aveva fortemente voluto nell'organo di garanzia di Futura, nonostante il mio ruolo di dirigente nazionale di +Europa, a prova della sua ferma convinzione che si deve coltivare la convergenza e non alzare muri. Ciao, Presidente, che la terra ti sia lieve” scrive l'avvocato Alexander Schuster.

 

“Piango assieme a tanti e tante la morte di una persona meravigliosa” scrive anche Piergiorgio Bortolotti già direttore del Punto d'Incontro di Trento. “Nel contempo – continua - lo penso ora più che mai vivo e libero da ogni condizionamento, impegnato come sempre a indicarci la possibilità e il dovere di amare anche con l'impegno sociale, culturale e politico perché a tutti sia consentito vivere pienamente”.

 

“Addio presidente, addio amico e compagno di viaggio” dice anche la consigliera provinciale Lucia Coppola con la voce rotta dal pianto. “Amico carissimo e compagno di tante battaglie” scrivono in una nota i Verdi. “Persona coraggiosa e uomo di grande levatura morale, umana e intellettuale. La cultura e la politica trentina perdono uno dei suoi migliori esponenti, perché Piergiorgio sapeva unire conoscenza, sapienza e umiltà. Attenzione agli altri e bontà d'animo. Sapeva analizzare con lucidità i fatti della vita, senza mai perdere la luce interiore e la calda umanità che lo avvicinava in modo fraterno e solidale ai destini degli ultimi, dei più bisognosi”.

 

Anche Futura, il movimento di cui Piergiorgio Cattani è stato fondatore e presidente, ha deciso di salutarlo con un messaggio su Facebook. “Caro Presidente mai e poi mai avremmo voluto scrivere queste righe che rendono reale una cosa che nei nostri cuori e nelle nostre menti ancora non lo è. Ci hai lasciato in questa mattina tiepida di novembre di questo anno assurdo e difficile. Ci hai lasciato improvvisamente, il tuo cuore si è fermato e si è portato via un pezzo dei nostri, noi la tua famiglia politica perdiamo la guida. In questo momento possiamo solo stringerci forte alla tua famiglia meravigliosa che ci ha sempre accolto nella vostra casa, ad Alfa e a Daniel e tutta la comunità trentina che oggi perde una persona straordinaria e speciale. Addio presidente, addio amico e compagno di viaggio. Futura ci sarà sempre, per te”.


Il consigliere provinciale Paolo Ghezzi ha ricordato l'ultimo messaggio ricevuto ieri da Piergiorgio su Whatsapp con una citazione de “ I Fiori di Baudelaire” di Antonio Prete. “Mi hai colpito al cuore. Buon viaggio. Leggero” ha scritto Ghezzi.


Un messaggio di cordoglio è arrivato anche dal Patt. "Pur essendoci trovati spesso su posizioni diverse - scrivere il segretario Simone Marchiori - Piergiorgio Cattani non ha mai ceduto alla logica del rancore, ma ha sempre continuato a cercare il dialogo e il confronto: le sue condizioni fisiche non hanno mai costituito un limite per le sue idee né hanno mai fatto venire meno il suo entusiasmo. Con la sua scomparsa viene meno una voce autorevole in campo politico e culturale, ma anche una testimonianza di forza d'animo ed un messaggio di speranza per tutte le persone che si trovano in condizioni di disabilità anche grave". 

Al cordoglio si unisce anche il gruppo consiliare del Patt in Comune a Trento:" la campagna elettorale conclusasi poche settimane fa - afferma il capogruppo Alberto Pedrotti - ha visto la presenza costante, preparata ed autorevole di Piergiorgio Cattani che non è mai mancato alle riunioni organizzative dell'alleanza che ha portato alla vittoria il sindaco Ianeselli. Un pensiero lo dedichiamo alla famiglia e a tutti gli iscritti e i sostenitori di Futura".

 

A stringersi attorno ai famigliari di Cattani sono le Acli del Trentino “ricordando il coraggio e la tenacia di un uomo che ha fatto della sua vita un esempio di resistenza contro l’omologazione e il conformismo valorizzando in tutte le situazioni in cui si è trovato ad operare il pensiero critico e la ricerca continua di soluzioni democratiche e di salvaguardia del bene comune”.

 

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 18:54
Prosegue l'attività dei centri per la maratona vaccinale che continua fino a domani, mercoledì 8 dicembre, compreso. Questa mattina il [...]
Cronaca
07 dicembre - 18:29
La Provincia ha diramato una serie di chiusure strade per i mezzi pesanti (ecco quali sono) per domani e la Valsugana sarà vietata in direzione [...]
Cronaca
07 dicembre - 17:07
I positivi sono 249 dei quali 96 nella fascia d'età tra i 40 e i 59 anni e 67 tra i 19 e i 39 anni. Mancano 3 ricoveri per superare anche l'ultimo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato