Contenuto sponsorizzato

Alpini di Trento in partenza per Rondine: andranno a ristrutturare uno studentato che ospiterà giovani provenienti dalle zone di guerra

Ancora una volta le penne nere trentine diventano costruttori di pace. Sabato prossimo una squadra partirà da Trento per andare in provincia di Arezzo per il progetto Rondine 

Pubblicato il - 26 gennaio 2020 - 18:28

TRENTO. Gli Alpini di Trento scendono in campo per diventare ancora un volta costruttori di pace. Questo l'obiettivo del progetto che prenderà il via tra pochi giorni e terminerà a luglio e che prende il nome di “Rondine” (QUI IL PROGETTO). Si tratta di una importante collaborazione per la sistemazione di uno "Studentato Internazionale" insediato in un antico borgo medioevale in Provincia di Arezzo.

 

La Sezione Ana di Trento ha deciso di collaborare con Rondine che è un’organizzazione che si impegna nella riduzione dei conflitti armati nel mondo e che da anni promuove la convivenza di ragazzi provenienti da paesi belligeranti affinchè questi possano rapportarsi in maniera pacifica.

 

"Lo Studentato Internazionale – World House” è il cuore di Rondine: da esso si sviluppa la Cittadella della Pace e ha origine il Metodo Rondine. Dal 1998 accoglie giovani provenienti da Paesi interessati da conflitti degenerati nelle diverse forme violente, attuali o recenti.

 

Insieme, intraprendono un percorso innovativo, partendo dagli esiti di dolore e di rabbia che la guerra ha prodotto – riscoperti come energie rinnovabili – ed elaborando un modello di trasformazione creativa. Questo si sviluppa in tre contesti: quotidiano, formativo e accademico. Al termine del biennio, i giovani della World House sono in possesso degli strumenti per promuovere azioni e progetti di sviluppo nei propri Paesi ed essere leader in contesti caratterizzati da rapide trasformazioni, elevata complessità e alta conflittualità.

 

Un progetto davvero importante che, attraverso la World House, permetterà di accogliere giovani dai cinque continenti, in rappresentanza di conflitti locali degenerati. Oggi ospita trenta studenti di venticinque nazionalità diverse, tra Europa, Africa, America e Vicino Oriente.

 

“Noi partiremo sabato – ha spiegato Renzo Merler dell'Ana di Trento – e ogni settimana ci saranno squadre di 8 persone che si alterneranno per dare una mano”.

 

Agli alpini è richiesta una collaborazione per la ristrutturazione di una casa da adibire ad uffici (piano terra) e stanze per i ragazzi (primo piano). I lavori si svolgeranno, come già detto, dall’inizio di febbraio alla fine di luglio di quest'anno. Tra le figure richieste ci sono muratori, idraulici, elettricisti, imbianchini, giardinieri, falegnami e piastrellisti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

30 ottobre - 20:57

Questi alcuni commenti durante la diretta della Provincia per aggiornare il territorio sulla situazione epidemiologica. Rossi (Patt): "Fugatti deve dissociarsi subito e anche prendere provvedimenti altrimenti vuol dire che condivide"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato