Contenuto sponsorizzato

Brumotti, il biker di Striscia accolto a Trento da insulti e sassaiole

Il noto inviato del tg satirico di Canale 5 si è presentato sabato 7 novembre a Trento, per controllare la situazione di degrado in piazza Dante, da anni segnalata da studenti e residenti

Di Mattia Sartori - 09 novembre 2020 - 17:55

TRENTO. "Levati dal cazzo. Sparisci!". Questo il benvenuto riservato a Vittorio Brumotti, noto inviato di Striscia La Notizia, che sabato 7 novembre si è avventurato con la sua bicicletta in piazza Dante, piazza antistante alla stazione dei treni di Trento e uno dei luoghi di spaccio del capoluogo.

 

Studenti e abitanti segnalavano da anni la situazione di degrado del parco davanti alla stazione ferroviaria e al Palazzo della Provincia, dove spesso, purtroppo, anche alcuni spacciatori si ritrovano per intraprendere la loro attività spesso alla luce del sole. In sella alla sua bicicletta il ''reporter'' ha filmato alcuni ragazzi che agivano indisturbati.

 

Purtroppo la situazione ha iniziato a degenerare, come spesso succede durante i suoi servizi. Alle volgarità gridategli contro è seguito il lancio di oggetti, ma per fortuna le forze dell'ordine sono intervenute tempestivamente per fermare la sassaiola. I colpevoli sono stati fermati, anche se alcuni, hanno opposto resistenza all'arresto. Il servizio del biker verrà trasmesso questa sera su Striscia la Notizia

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 gennaio - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 gennaio - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 gennaio - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato