Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, altri 27 posti letto per i senzatetto. Le suore orsoline mettono a disposizione una struttura

Grazie anche alla mediazione dell'arcivescovo di Trento, accanto ai 199 posti presenti tra Trento e Rovereto, ci saranno quelli messi a disposizione con Casa Sant'Angela

Pubblicato il - 21 aprile 2020 - 18:35

TRENTO. Le suore orsoline di Trento, grazie anche alla mediazione dell'arcivescovo Lauro Tisi, metteranno a disposizione la struttura di Casa Sant'Angela per i senzatetto che in queste settimane di emergenza sanitaria si trovano ancora senza alcun riparo.

 

Saranno messi a disposizione 27 nuovi posti letto che andranno ad aggiungersi ai 199 già presenti nelle strutture a Trento e Rovereto e che rimarranno aperte fino al 31 maggio proprio per consentire di offrire un servizio in questo particolare momento di pandemia.

 

Ad annunciare la nuova offerta di posti è stata l'assessora provinciale Stefania Segnana che ha ringraziato anche il Comune di Trento per i rapporti avuti con l'arcidiocesi e le suore orsoline. La struttura, che si trova in via Rosmini e che in passato era l'ex centro pastorale famigliare, sarà a disposizione a partire dal 22 aprile.

 

La gestione sarà affidata alla cooperativa Punto d'Incontro. Come già detto i posti letto saranno 27 alcuni dei quali rimarranno liberi per eventuali segnalazioni di situazioni d'emergenza mentre due stanze singole verranno riservate per persone che presentano sintomi da covid-19 per consentirne l'isolamento.

 

Fino ad oggi, nei casi di contagi che sono stati registrati all'interno delle strutture di accoglienza in città, le persone sono state trasferite e ospitate alle Viote. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 13:31
Nel mirino anche l'ultima delibera della Pat per le aperture all'esterno: "La Giunta ha dato un contentino ridicolo: le temperature nelle [...]
Cronaca
20 aprile - 15:36
E' successo in A22 all'altezza di Chiusa. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco, le forze dell'ordine e i soccorsi sanitari
Cultura
20 aprile - 09:54
Il 20 aprile 1964 nasceva uno dei prodotti di culto dell’industria dolciaria, non solo italiana. Dallo stabilimento di Alba, in provincia di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato