Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, arriva il freddo e cambia l'organizzazione dei drive through : ''In attesa del risultato si deve rimanere in isolamento se si hanno dei sintomi''

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone

Pubblicato il - 27 ottobre 2020 - 15:55

TRENTO. Gli undici drive through, gli spazi all'aperto dove è possibile fare il tampone nasofaringeo in modalità pit stop senza scendere dalla macchina, sono sempre operativi, ma l'arrivo del freddo porta a riorganizzare logisticamente il servizio: l'Azienda provinciale per i servizi sanitari prevede l'allestimento di tensostrutture e l'introduzione di alcune migliorie. 

 

 

In alcuni casi si è deciso di spostare i drive through in sedi logisticamente più agevoli da raggiungere e da gestire. Da alcuni giorni vengono effettuati per la maggior parte test rapidi antigenici che permettono (solo in caso di persone sintomatiche) di avere il risultato nel giro di 15 minuti. La positività al test antigenico deve però essere confermata da un tampone molecolare (processato in laboratorio). 

 

L’accesso al drive through è possibile solo su appuntamento: la centrale Covid gestisce le agende e fornisce ai singoli indicazioni sulle sedi, gli orari e le modalità di effettuazione del tampone. Gli utenti sono pregati di presentarsi puntuali all’appuntamento, spegnere la macchina durante l’attesa, tenere a portata la tessera sanitaria e abbassare la mascherina sotto il naso al momento dell’effettuazione del tampone.

 

Nel caso di test rapido il risultato è disponibile entro un paio d’ore su TreC e FastTrec, mentre per il tampone molecolare sono necessarie indicativamente 72/96 ore.

 

In attesa del risultato del tampone si deve rimanere in isolamento se si hanno dei sintomi; se invece il tampone è stato fatto per finalità di screening (ad esempio per effettuare un intervento chirurgico) non è necessario rimanere in isolamento.

 

Si può accedere ai drive through anche in moto, bici e a piedi (anche se quest’ultima modalità è sconsigliata); nel dubbio di essere positivi non è consentito raggiungere i drive con i mezzi pubblici. Non è possibile andare ai drive through per richiedere informazioni di qualsiasi tipo. Sul sito dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari è disponibile una sezione dedicata con informazioni sulle sedi dei drive through, le modalità di accesso, il link diretto al referto (TreC e FastTreC) e le risposte alle domande più frequenti (Qui info). 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 20:20

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 49 in alta intensità. Sono stati trovati 176 positivi a fronte dell'analisi di 740 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 23,8%

30 novembre - 20:31

Un'operazione un po' diversa rispetto al modello di screening di massa altoatesino, ma comunque un'attività a più ampio raggio per cercare di interrompere il prima possibile eventuali catene di contagio attraverso una serie di test antigenici. E' necessaria l'impegnativa del medico di base per portare effettuare il tampone

30 novembre - 19:37

La proposta è quella degli skipass solo a chi pernotta almeno 1 notte in una struttura oppure le persone che possiedono o mettono in affitto una seconda casa. Dura la Cgil, Stefano Montani: "Ennesima estemporanea uscita di Failoni, una proposta che almeno ha il pregio di far sorridere, magari amaramente, ma pur sempre sorridere. L'assessore in cerca di facile pubblicità la smetta di ragionare da albergatore e inizi a farlo da assessore"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato