Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, cresce l'emergenza: chiuse le ciclabili, sospeso il punto nascita di Cles e pronte le telecamere per i comuni con più contagi

Il presidente Fugatti ha fatto il punto sulla continua crescita di contagi in Trentino (che hanno sforato il tetto degli 800 casi con 12 decessi). Tra le novità c'è la possibilità per le farmacie di lavorare tramite lo sportello, e la proroga della validità delle patenti fino a giugno

Pubblicato il - 19 marzo 2020 - 18:25

TRENTO. Chiusura delle ciclabili, ipotesi di controllo tramite le telecamere agli ingressi e uscite dei comuni con il maggior numero di contagi, chiusura dei negozi alla domenica, possibilità di sedersi solo uno per volta sulle panchine e sospensione dell'attività del punto nascita di Cles. Sono tanti i provvedimenti che si stanno mettendo in campo anche per costringere le persone a rispettare le regole per combattere la diffusione del coronavirus e arginare ''l'onda di piena'', così l'ha definita il direttore generale Bordon, che è attesa nel weekend e nei primi giorni della prossima settimana.

 

Il presidente della provincia Fugatti ha inaugurato la conferenza stampa odierna con alcune delucidazioni. ''Le passeggiate - ha detto - non si possono fare dappertutto ma solo in prossimità delle abitazioni. Il sentiero di montagna non è prossimità delle abitazioni. Stesse cose vale per le biciclette (che in realtà possono essere usate solo per andare al lavoro ndr): da domani le ciclabili vengono chiuse. C'è il rischio che con le giornate di sole molte persone provino a frequentarle e allora le chiudiamo. Sulle panchine? Può sedersi non più di una persona per panchina. E poi c'è una novità: se le cose continuano così siamo pronti a posizionare delle telecamere all'ingresso e all'uscita dei comuni con il maggior numero di contagi così da monitorare chi entra e chi esce e capire se può e se sta rispettando le regole''.

 

A livello di regole e novità va aggiunto anche il fatto che i rinnovi di patente che scadono in questi giorni saltano: la validità delle patenti è prorogata fino a giugno (ovviamente per la questione legata alle visite mediche). E poi l'assessora Segnana ha sottolineato il fatto che da domani le farmacie potranno scegliere di restare aperte ma di servire i clienti solo dallo sportello (come quando lavorano in notturna) per ridurre i contatti tra i farmacisti e le persone che vi si recano per fare acquisti.

 

Capitolo punti nascita: sia Bordon che Fugatti hanno sottolineato come potrebbero essere sospese le attività dei punti nascita periferici. Si parte con Cles dove si riusciranno a recuperare alcuni posti per la terapia intensiva in questo momento fondamentali perché l'emergenza mette in difficoltà soprattutto questi reparti. Questo il quadro per cercare di recuperare i posti in terapia intensiva

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 11:55

Il manifestarsi dei sintomi da Covid-19 nella famiglia di Nicola Canestrini ha portato l'avvocato a denunciare una situazione di disorganizzazione dell'Azienda sanitaria. Da giorni, infatti, le richieste di fare un tampone finiscono nel nulla, visto anche che a Rovereto non è possibile effettuarli a pagamento. "Disorganizzazione a marzo comprensibile, ora non più''

23 ottobre - 12:35

Sono numerosi gli utenti che stanno riscontrando problemi a navigare su internet e il blocco totale delle chiamate 

23 ottobre - 11:18

Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 10% perché i test eseguiti sono stati oltre 2.800. Dato in linea con quello rilevato ieri nel vicino Trentino dove, però, si contano molti più morti (dalla seconda ondata sono già 18 contro i 3 di Bolzano)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato