Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, dalla Cina per l'Italia 15 milioni di mascherine. L'aiuto grazie all'Alto Adige e alla cooperazione nell'Euregio

Importante il supporto austriaco che consentirà lì'arrivo di una parte del materiale in tempi rapidi. Kompatscher "Questa collaborazione si rivela dunque utile non solo all'Alto Adige e al Tirolo, ma anche alle altre regioni italiane"

Pubblicato il - 23 marzo 2020 - 07:53

BOLZANO. E' di 15 milioni il quantitativo di mascherine che la Protezione civile italiana è riuscita ad ordinare alla Cina grazie ad un canale che è stato avviato dal governatore altoatesino Arno Kompatscher.

 

Ieri il presidente dell'Alto Adige ha annunciato che le difficoltà di approvvigionamento di abbigliamento protettivo e di mascherine destinati ai sanitari impegnati nella lotta al contagio da Coronavirus e nella cura dei pazienti infetti sono state risolte.

 

"Grazie ai contatti dell'azienda altoatesina Oberalp Group siamo riusciti a ordinare in Cina per l'Alto Adige 1,5 milioni e mezzo di mascherine protettive e 450.000 tute protettive" spiega il presidente altoatesino. "Dopo che il produttore aveva dichiarato che c'erano ulteriori disponibilità di materiali, abbiamo organizzato questo contatto per la Protezione Civile Italiana", dice Kompatscher. La Protezione Civile ha quindi ordinato altri 15 milioni di maschere protettive. "La difficoltà, però, stava nel trasporto di queste merci dalla Cina all'Alto Adige", spiega il presidente della Provincia.

 

Per garantire che il materiale protettivo potesse essere consegnato il più rapidamente possibile, il presidente Arno Kompatscher ha chiesto il supporto del cancelliere austriaco Sebastian Kurz. "E' stato subito pronto e ha attivato l'Austria Airlines tramite il Ministro della Difesa Claudia Tanner. In collaborazione con la ditta Oberalp è stato infine possibile realizzare un ponte aereo, in modo che la prima consegna parziale di 1,5 milioni di maschere e di 450.000 tute protettive arrivi già oggi dalla Cina e atterri a Vienna Schwechat" ha annunciato Kompatscher.

 

Altri lotti della consegna avrebbero poi avuto luogo nei prossimi giorni: il resto dell'ordine altoatesino, ma anche parti della consegna di 15 milioni di maschere per la protezione civile. Il resto sarà portato in Italia il 31 marzo con un volo dell'Esercito Italiano.

 

"L'Alto Adige ha deciso di cedere parte della prima consegna alla Protezione Civile Italiana, in modo che il materiale di protezione possa essere distribuito ad altre regioni che ne hanno urgente bisogno" spiega il presidente Kompatscher. In questa situazione critica è importante che tutti ricevano il materiale necessario.

 

Secondo Kompatscher, questo ponte aereo servirà ora anche a garantire che il Land Tirolo riceva il suo ordine. Nel frattempo anche il Tirolo ha ordinato materiale protettivo in Cina. "Dato che il Tirolo riceverà solo in un secondo tempo alcune delle sue mascherine, l'Alto Adige condividerà anche con il Tirolo le mascherine già ricevute" dice il presidente altoatesini. "Questo è un grande esempio di cooperazione nell'Euregio, ma soprattutto a livello transfrontaliero" sottolinea Kompatscher.

Il presidente dell'Alto Adige sottolinea il grande supporto logistico fornito dal Governo austriaco, in particolare dal cancelliere Sebastian Kurz. Questa collaborazione si rivela dunque utile non solo all'Alto Adige e al Tirolo, ma anche alle altre regioni italiane. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 04:01

Una seconda ondata del coronavirus che sembra aver preso la direzione di un andamento più ''standardizzato'' per la diffusione di un'epidemia che solitamente si propaga e dovrebbe avere tassi maggiori nelle zone più popolate. E infatti Trento, questa volta sta facendo registrare dei dati molto alti di contagio. In ottobre triplicati i casi di settembre: quasi 10 mila positività da inizio epidemia

30 ottobre - 08:58

Il presidente del Consiglio Conte sarebbe pronto a varare nuove misure già la prossima settimana per evitare il lockdown. La situazione, secondo gli esperti, è in rapido peggioramento e si attendono i dati del monitoraggio settimanale che verranno illustrati quest'oggi dall'Iss

30 ottobre - 08:01

E' successo nel bresciano, l'uomo aveva collezionato già 20 arresti ed era ricercato dalle forze dell'ordine 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato