Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Ferro: "Pronto il piano iniziale di 17-20 mila vaccini anticovid per il Trentino''. Ecco quali saranno le categorie di persone che per prime lo riceveranno

E' stato predisposto un piano organizzato per le prime dosi. Ferro: "Ordinati i frigo per conservare il siero, le categorie che per prime lo riceveranno sono state scelte a livello centrale per evitare tensioni"

Di Giuseppe Fin - 23 November 2020 - 18:41

TRENTO. Anche il Trentino è già al lavoro per l'arrivo del vaccino anti-Covid. Oggi, infatti, è il termine ultimo per presentare il cosiddetto “Piano di fattibilità della prima fase di somministrazione del vaccino anti Covid-19” richiesto dal commissario Arcuri a tutte le regioni.

 

La richiesta ad ogni territorio è stata quella di indicare gli ospedali che sarebbero in grado di conservare il siero per poi somministrarlo a determinate classi. Tra i dati richiesti occorreva comunicare anche il numero dei dipendenti in queste strutture e le case di riposo censite in ogni provincia con relativo numero di ospiti e dipendenti. Fondamentali, ovviamente, i frigoriferi per consentire la conservazione del vaccino.

 

“Abbiamo già predisposto un piano organizzativo con la richiesta iniziale di 17 – 20 mila vaccini per il Trentino” ha spiegato Antonio Ferro, responsabile del Dipartimento prevenzione dell'Apss. Le categorie che riceveranno per prime il vaccino sono state decise a livello centrale. “E' stata scelta questa strada – ha spiegato Ferro – per evitare tensioni”. Si partirà ovviamente dal personale sanitario e poi operatori e anziani delle case di riposo per poi passare alle categorie di immunodepressi.

 

Come nel resto d'Italia è partito anche l'ordine per le attrezzature necessarie per il vaccino. “E' stato fatto l'ordine di acquisto per 15 frigo che possono conservare il vaccino a -75 -80 gradi” ha spiegato ferro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 January - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 January - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 January - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato