Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, il Trentino penultimo in Italia per positivi ma i ricoveri sono oltre 6 volte quelli del Molise e più del doppio della Basilicata

La doppia faccia del Trentino: le persone attualmente positive sono poche ma le terapie intensive e i posti letto in ospedale superano la soglia critica. In Provincia ci sono meno positivi di Molise e Basilicata che nemmeno sommando i rispettivi ricoveri raggiungo quelli di Trento. Solo l’Alto Adige mostra dati compatibili con quelli trentini ma Bolzano dichiara oltre 9000 contagi in più

Di Tiziano Grottolo - 28 November 2020 - 21:42

TRENTO. L’andamento dell’epidemia in Trentino mostra un’ambivalenza degna del romanzo del Dr Jekyll and Mr Hyde, a fronte di un numero di ricoveri che lo stesso bollettino del Ministero delle salute riporta come ben al di sopra della soglia d’allerta, i contagi ufficiali continuano a rimanere stranamente bassi. Le persone attualmente positive in Trentino (su 542.214 abitanti) sono 2.133, il dato più basso dopo la Valle d’Aosta che però conta 124.968 abitanti.

 

In altre parole in Valle d’Aosta l’1,17% della popolazione è positivo, mentre la stessa percentuale in Trentino si ferma allo 0,39%. In Molise gli attualmente positivi sul totale della popolazione sono lo 0,86%, in Alto Adige raggiungono il 2,17% e in Basilicata rappresentano l’1,10%. Numeri fuori scala soprattutto se si prendono in considerazione i ricoverati con sintomi e i posti letto occupati in terapia intensiva, in questo caso i dati trentini superano di gran lunga quelli delle altre Regioni coincidendo in maniera quasi perfettamente con quelli altoatesini.

 

 

Se in Provincia di Bolzano ci sono (al 28 novembre) 409 persone ricoverate con sintomi, in Provincia di Treno sono 404, le terapie intensive occupate sono rispettivamente 36 e 42. Entrambe le Province sono ben oltre la soglia critica individuata dal Ministero. Nonostante questo il Trentino comunica ufficialmente 9425 positivi in meno. Non solo, perché anche analizzando i dati delle altre Regioni qualcosa non torna la Basilicata per esempio, con un numero di abitanti molto simile al Trentino, conta quasi il triplo delle persone ancora positive ma meno della metà dei ricoveri e circa la metà delle terapie intensive. Anche i positivi del Molise (300.116 abitanti) superano quelli trentini benché ci siano solo 59 ricoveri e 12 terapie intensive. Solo la Valle d’Aosta, con un quarto degli abitanti del Trentino, può vantare meno soggetti attualmente positivi 1.465, ma con 130 ricoveri e 14 posti letto in terapia intensiva occupati.

 

 

Secondo i dati del Ministero della Salute negli ultimi 30 giorni in Trentino sono stati registrati 192 decessi su 6.544 contagi ufficiali (il 2,9%), mentre in Alto Adige su 15.322 positivi i morti sono stati 215 in percentuale meno della metà di quelli della Provincia di Trento. Insomma il Trentino (secondo per tasso di letalità negli ultimi 30 giorni) continua a mostrare una doppia faccia, difficilmente spiegabile soprattutto sul piano statistico, se non riuscendo a fare piena luce sulla grande incognita dei test antigenici. Dati che potrebbero essere finalmente svelati dalla prossima settimana visto che il Ministero della Salute ha chiesto di comunicare i numeri dei positivi individuati attraverso i tamponi antigenici.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 January - 05:01

Dalle versioni contraddittorie di Pat e Apss alla conferma del Ministero della Salute che sottolinea: “Il tampone molecolare di controllo deve essere fatto nel più breve tempo possibile. Su questo non c’è dubbio. Non mettiamo un limite temporale, ma possibilmente entro 24-48 ore”. Eppure in Trentino è stato dimostrato che servono almeno 10 giorni

23 January - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 January - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato