Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, in Alto Adige altri 424 positivi (107 trovati con gli antigenici) e 7 decessi

Mentre sul territorio vengono allentate alcune restrizioni il contagio appare in leggero calo. Ci sono due ricoveri in più e una persona in meno in terapia intensiva

Pubblicato il - 02 December 2020 - 11:55

BOLZANO. Sono 424 i nuovi positivi in Alto Adige trovati nelle ultime 24 ore. Un dato, che, purtroppo, resta alto e che va scorporato tra i 317 contagi trovati con 2.011 tamponi molecolari (per un rapporto al 15,7% tra contagi e test) e i 107 trovati con 1.639 tamponi antigenici (6,52%). Questo perché, al contrario di quanto accade nel vicino Trentino, in provincia di Bolzano si comunicano tutti i numeri della pandemia in maniera trasparente nella speranza che i cittadini informati possano comportarsi di conseguenza.

 

E anche per questo quando è stato eseguito lo screening di massa con oltre 350.000 tamponi antigenici eseguiti ad altrettanti residenti in poco più di tre giorni i positivi sono stati comunicati in tempo reale con aggiornamenti di ora in ora proprio per incentivare la popolazione alla massima partecipazione possibile.

 

 

Il quadro, purtroppo, è reso ancora più fosco dal dato sui decessi: altre 7 vittime che portano il totale dall'inizio della seconda ondata in Alto Adige a quota 250 su un totale dall'inizio della pandemia che arriva a 542. Numeri preoccupanti per una situazione che, comunque, appare in leggero miglioramento rispetto a qualche giorno fa con un calo delle persone ricoverate in terapia intensiva (oggi sono 33 mentre ieri erano 34) e una situazione dei ricoveri stazionaria (oggi si registrano due nuovi ricoveri in più ma il dato resta in linea con le giornate scorse: sono 416 i ricoveri tra normali reparti ospedalieri e strutture private convenzionate). 

 

Proprio per questo si è deciso per una graduale riapertura delle attività, bloccate, nonostante inizialmente per il Governo Italiano l'Alto Adige fosse zona gialla, dalla stessa classe dirigente altoatesina che aveva ben chiara la situazione reale del contagio e ha preferito tentare di arrestarlo prima con la zona rossa autoimposta e poi con lo screening di massa. A livello provinciale ad oggi (02 dicembre) sono stati effettuati in totale 314.595 tamponi su 149.819 persone.

 

I numeri in breve:

Test PCR:

Tamponi effettuati ieri (01 dicembre): 2.011

Nuovi casi testati positivi da PCR: 317

Numero delle persone testate positive da PCR al coronavirus: 24.188

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 314.595

Numero delle persone sottoposte al test PCR: 149.819 (+565)

Test antigenici: 

test antigenici eseguiti ieri: 1.639

Numero delle persone testate positive dai test antigenici: 107

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 273

Pazienti Covid-19 ricoverati nelle strutture private convenzionate: 143

Pazienti Covid-19 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes: 77 (60 a Colle Isarco e 17 a Sarnes)

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 33

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 542 (+7)

Persone in isolamento domiciliare: 7.458

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 53.171

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 60.629

Persone guarite: 12.317 (+279). A queste si aggiungono 1.361 (+7) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test. Totale: 13.678 (+286) 

Collaboratori/collaboratrici dell'Azienda sanitaria positivi al test: 1.083, di questo 477 guariti. (al 25.11.) 

Medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e medici di guardia medica positivi: 36, di questi 30 guariti (al 25.11.)

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 January - 11:36

Cna-Shv, che da diversi mesi è solerte partner del Comune capoluogo per elaborare misure innovative per la consegna delle merci in centro (piattaforma di interscambio e cargo-bike) e nei quartieri (delivery point presso attività commerciali esistenti), insiste sulla necessità di rendere fluida l’attività dei corrieri e dei mezzi aziendali, e la mobilità in generale, ma non certo per agevolare alternative al preziosissimo commercio di vicinato”

22 January - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato