Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, la mamma è positiva con febbre alta ma il bimbo nasce sano con un difficile parto cesareo all'ospedale di Bolzano

La bella notizia è arrivata ieri e la racconta il primario di ginecologia e ostetricia, Martin Steinkasserer che spiega che “la situazione era difficile. La donna, una paziente a rischio già nota, era stata ricoverata d’urgenza con la febbre alta e sottoposta automaticamente a tampone, come tutte le gestanti con questa sintomatologia''

Di L.P. - 15 marzo 2020 - 18:57

BOLZANO. E' nato sano, nonostante la mamma sia risultata positiva al Covid-19. Tra le tante notizie negative e quelle, fortunatamente, altrettanto numerose, delle iniziative di solidarietà, sostegno reciproco e aiuto tra concittadini, eccone una veramente positiva. Una giovane mamma ieri 14 marzo all’Ospedale di Bolzano, con un parto cesareo urgente e difficile, ha dato alla luce un bimbo sano, un maschietto nato prematuro nella 36esima settimana di gestazione.

 

Benché si sia ammalata, la madre sta bene per le circostanze anche se dovrà restare ancora isolata per qualche tempo, e il bimbo, che è risultato non affetto da Covid-19, si trova nel reparto di neonatologia. L’esito parto è dovuto all’intervento sinergico di medici e levatrici che hanno operato in una situazione complessa. Il primario di ginecologia e ostetricia, Martin Steinkasserer spiega che “la situazione era difficile. La donna, una paziente a rischio già nota, era stata ricoverata d’urgenza con la febbre alta e sottoposta automaticamente a tampone, come tutte le gestanti con questa sintomatologia''.

 

A quel punto l’èquipe medica ha deciso di porre la donna in isolamento, pur senza conoscere l’esito del tampone. La paziente in pratica è stata ritenuta potenzialmente infetta, fatto che poi si è rivelato fondato.

 

''Nel corso della notte le facoltà respiratorie della giovane si erano aggravate, tanto da decidere di praticarle il taglio cesareo urgente e complesso, che è stato eseguito con grandi precauzioni di sicurezza - spiega il primario Steinkasserer -. È stata straordinaria la prestazione dell’intero team. Sono orgoglioso dell’ottima collaborazione. Ostetriche, medici dei reparti di medicina intensiva, pneumologia, delle malattie infettive e neonatologia, ma anche i collaboratori del Laboratorio di microbiologia e virologia, senza tentennare hanno operato egregio per la riuscita di questo parto cesareo critico e della successiva assistenza di mamma e bimbo, il tutto in piena notte, senza guardare all’orologio''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 20:05

Ci sono 46 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 94 positivi a fronte dell'analisi di 846 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 11,1%

20 ottobre - 17:58

La Provincia di Bolzano ha comunicato nuove limitazioni per frenare la diffusione del virus. In una giornata segnata dal record di positivi (ben 209), Kompatscher ha annunciato che le scuole superiori dovranno fare almeno un 30% della didattica a distanza. Sport e grandi eventi, con la cancellazione dei mercatini di Natale, gli altri ambiti maggiormente interessati

20 ottobre - 18:46

Sono 15 i milioni che saranno investiti nella realizzazione del nuovo collegamento funiviario che, in soli 7 minuti, percorrerà un tracciato di 3.8 chilometri per un dislivello di 644 metri. L'impianto collegherà l'abitato di San Cipriano con Malga Frommer, posta tra le piste da sci del comprensorio di Carezza. Intanto, però, si continua a scavare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato