Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nuova ordinanza di Fugatti. Mascherine fino al 31 luglio e via libera ai mini-club nelle strutture ricettive: ''Consentito solo agli ospiti che pernottano almeno 2 notti''

E' arrivata una nuova ordinanza della Provincia per gestire questa fase dell'emergenza coronavirus. Un aggiornamento che si estende fino al 31 luglio e ricomprende linee generali e raccomandazioni di comportamento, misure specifiche per le attività economiche, oltre ai rinvii a provvedimenti nazionali e protocolli di sicurezza

Pubblicato il - 15 luglio 2020 - 17:23

TRENTO. Resta l'obbligo della mascherina nel luoghi chiusi accessibili al pubblico e in tutte le occasioni in cui non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, quest'ultima indicazione rimane fondamentale e l'eccezione di "conviventi" viene considerata in senso "estensivo e atecnico", cioè quali persone che abbiano tra loro rapporti di frequentazione abituale e non siano necessariamente coabitanti. 

 

E' arrivata una nuova ordinanza della Provincia per gestire questa fase dell'emergenza coronavirus. Un aggiornamento che si estende fino al 31 luglio e ricomprende linee generali e raccomandazioni di comportamento, misure specifiche per le attività economiche, oltre ai rinvii a provvedimenti nazionali e protocolli di sicurezza.

 

"E' disposto - si legge nell'ordinanza - l’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie tramite mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza

interpersonale di almeno un metro".

 

E' obbligatorio per esempio indossare la mascherina per accedere a tutte le attività di vendita/economiche/commerciali/professionali sul territorio provinciale, alle edicole, ai tabaccai, alle farmacie e alle parafarmacie e negli spazi aperti al pubblico delle banche e degli uffici postali; per la fruizione dei servizi di trasporto pubblico locale, anche non di linea; così come per accedere ai mercati comunali e ogni altra area di vendita all'aperto; per accedere agli uffici della pubblica amministrazione; per accedere a tutte le strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali. Non c'è obbligo per i bimbi under 6 e per le persone con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina.

 

E' confermato l'obbligo di rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro. "Tuttavia alla luce del costante decremento dell’andamento epidemico sul territorio provinciale e in considerazione dell’allentamento delle misure restrittive alla circolazione delle persone si conferma quanto disposto con ordinanza del presidente della Provincia: il rispetto di tale distanza non è obbligatorio per le persone 'conviventi', inteso tale termine in senso atecnico ed estensivo, ossia quali persone che abbiano tra loro rapporti di frequentazione abituale e non siano necessariamente coabitanti (l’asserzione di tale circostanza afferisce alla responsabilità individuale)".

 

Via libera ai miniclub nelle strutture ricettive, ma ci sono alcune prescrizioni come il rapporto operatori/bambini-ragazzi. "L’accesso potrà essere consentito solo agli ospiti che pernottano almeno 2 notti nella struttura. I turni nei miniclub al massimo dureranno due ore, andranno privilegiate le attività all’aperto. Dovranno essere creati gruppi stabili per l’accesso e il gruppo va mantenuto nelle diverse attività svolte all’interno del miniclub. Le attività di intrattenimento ludico ricreative - tipo baby dance - gestite da operatori della struttura, potranno essere svolte all’aperto garantendo il distanziamento e controllando che non si formino assembramenti".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.00 del 11 Agosto
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

14 agosto - 17:52

Il totale complessivo sale quindi a 5.625 casi e resta a 470 decessi da inizio epidemia. Sale il numero di pazienti ricoverati per Covid-19 in ospedale, attualmente sono 3 e una persona deve ricorrere alle cure della terapia intensiva

14 agosto - 19:13

Sono in corso le ricerche da parte dei vigili del fuoco con il sommozzatori e il soccorso alpino. Anche l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano ha sorvolato l'area

14 agosto - 18:39

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi, venerdì 14 agosto, lungo la strada provinciale 34 all'altezza di Preore, frazione di Tre Ville. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanza, vigili del fuoco di zona e polizia locale delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato