Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, nuovo boom di contagi in Alto Adige: 85 positivi e quasi 2400 persone in isolamento

In Alto Adige sono stati registrati 85 nuovi casi di coronavirus, per un rapporto contagi/tamponi del 5,5%. Aumentano anche le persone in isolamento: + 264. Nel frattempo prosegue la campagna di tamponi a Sesto mentre a Brunico un’intera scuola era finita in isolamento

Di Tiziano Grottolo - 09 ottobre 2020 - 11:56

BOLZANO. In Alto Adige non si arrestano i contagi dopo i 69 casi di ieri (8 ottobre), nelle ultime 24 ore sono stati rilevati altri 85 nuovi positivi. I laboratori dell’Azienda sanitaria altoatesina hanno analizzato 1.530 tamponi ciò significa che il rapporto contagi/tamponi si attesta al 5.55%. In numeri assoluti, ad oggi sono stati effettuati in totale 189.365 tamponi su 98.176 persone, mentre i positivi al coronavirus salgono a quota 3.888.

 

Questi numeri così importanti sono frutto, almeno in parte, della campagna di tamponi a tappeto che l’azienda sanitaria sta effettuando nel Comune di Sesto, in val Pusteria, dove nei giorni scorsi sono stati rilevati numerosi casi (QUI articolo). In soli due giorni sono 25 le persone risultate positive ai test rapidi.

 

Nel frattempo sale anche il numero delle persone in isolamento, 31 quelle che risiedono momentaneamente nella struttura di Colle Isarco, 2.335 quelle che stanno seguendo la quarantena in casa. Rispetto a ieri ci sono 264 cittadini in più in quarantena, numeri riconducibili al fatto che nel pomeriggio di ieri, dopo l’individuazione di numerosi casi di positività fra gli allievi, l’intera scuola delle Orsoline di Brunico è stata messa in quarantena (QUI articolo).

 

Sul fronte dei ricoveri aumentano sia i pazienti in ospedale 35 (+5 rispetto a ieri) che le terapie intensive che salgono a 2 (+ 1 rispetto a ieri). Numeri che preoccupano in vista dell’arrivo della stagione invernale e che dimostrano come le precauzioni, come mascherine e distanziamento, non siano da sottovalutare.

 

I numeri in breve:

Tamponi effettuati ieri (8 ottobre): 1.530

Nuovi casi positivi: 85

Numero delle persone testate positive al coronavirus: 3.888

Numero complessivo dei tamponi effettuati: 189.365

Numero delle persone sottoposte al test: 98.176 (+783)

Pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri: 35

Pazienti Covid-19 in isolamento nella struttura di Colle Isarco: 31

Numero di pazienti Covid ricoverati in reparti di terapia intensiva: 2

Decessi complessivi (incluse le case di riposo): 292 (+0)

Persone in isolamento domiciliare: 2.335 (delle quali 32 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone che hanno concluso la quarantena e l'isolamento domiciliare: 20.602 (delle quali 1.476 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta)

Persone alle quali sinora sono state imposte misure di quarantena obbligatoria o isolamento: 22.937

Persone guarite: 2.799 (+14). A queste si aggiungono 919 (+ 1) persone che avevano un test dall'esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate per due volte negative al test. Totale: 3.718 (+15)

Collaboratori dell'Azienda sanitaria positivi al test: 237, di cui 235 guariti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 05:01

L’anomalia dei tamponi molecolari: con una parità quasi perfetta dei test eseguiti (13.892 a Trento, 13.764 a Bolzano) i positivi rilevati dall’Alto Adige sono il triplo di quelli trentini dove, in 10 giorni, si dichiarano appena 567 contagi. Dai casi fantasma ai macroscopici errori dell’Iss (che dovrebbe controllare le Regioni), pare impossibile avere un quadro puntuale dell’evoluzione epidemiologica

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato