Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, sanzionati i clienti (che non indossano la mascherina) e due locali che non rispettano gli orari di chiusura

Quando i carabinieri si sono affacciati dalla porta del bar, aperto nonostante le restrizioni, all’interno hanno individuato 9 clienti, di questi due non indossavano la mascherina. Stessa sorte anche per un altro locale della zona

Pubblicato il - 23 novembre 2020 - 17:44

COMELICO SUPERIORE (BL). Fine settimana di controlli nella zona del bellunese che hanno visto impegnati i carabinieri della stazioni di Auronzo Santo Stefano e Vigo di Cadore. In totale, sabato, sono state controllate 79 persone e 55 esercizi commerciali, mentre nella giornata di domenica sono stati identificati 68 cittadini e 16 locali.

 

Quasi tutti erano in regola salvo due bar e alcuni avventori che hanno ricevuto una serie sanzioni. Nella frazione di Dosoledo, parte del Comune sparso di Comelico Superiore in provincia di Belluno, il Bar Centrale è stato trovato aperto dopo l’orario di chiusura: “All’interno – riferiscono i militari – vi erano 9 persone di cui 2 senza mascherina”.

 

L’esercizio è stato sanzionato anche perché mancavano le indicazioni esterne sulle misure anti-Covid comprese quelle relative al numero massimo consentito di persone all’interno. Multe salate pure per gli avventori che non rispettavano le regole.

 

Sanzionato anche il bar Posta, della frazione di Padola, anche in questo caso il locale era rimasto aperto oltre l’orario di chiusura. Sanzionato pure il cliente all’interno perché trovato senza mascherina.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

20 gennaio - 19:12

Nell'ultimo confronto Stato-Regioni si è parlato dei tagli della Pfizer nella fornitura dei vaccini: "Abbiamo manifestato il nostro sconcerto". Un altro argomento è stato quello dei ristori. "Auspichiamo che il governo in carica sappia rispettare gli accordi presi con le categorie economiche. Non ci sono ancora garanzie e questo ci preoccupa". Il punto sui test salivari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato