Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, stop assembramenti a Trento. Il sindaco Ianeselli firma la nuova ordinanza: dalle 22 niente alcol

La nuova ordinanza è valida fino al 31 gennaio 2021. Nelle aree pubbliche e private aperte al pubblico c'è il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dalle 22 alle 5. Stabilito anche divieto di detenzione (ad eccezione di recipienti chiusi ed integri) di bevande di qualsiasi tipo

Di GF - 21 ottobre 2020 - 11:51

TRENTO. Il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, ha firmato questa mattina una nuova ordinanza che vieta la vendita e il consumo di bevande alcoliche al di fuori dal tavolini su tutto il territorio comunale dalle 22 alle 5.

 

Ianeselli aveva firmato lo scorso 8 ottobre l'ordinanza 21 che riguardava solamente la zona attorno a via Santa Maria Maddalena. Con quel documento, tra le 22 e le 6 del mattino, bar e ristoranti non potevano né vendere né somministrare bevande alcoliche e superalcoliche al di fuori dello spazio del locale o dei plateatici. Nella stessa fascia oraria, per i clienti era vietata, sempre al di fuori dei locali o dei plateatici, pure il consumo e la detenzione di qualsiasi bevanda (anche non alcolica), a meno che non si tratti di recipienti chiusi e integri.

 

Ora il nuovo provvedimento è un rafforzamento, insomma, dell'intervento che è arrivato alla fine della scorsa settimana dal Dpcm del Presidente del consiglio. L'obiettivo è ancora una volta quello di evitare assembramenti ed in questo modo evitare anche la possibilità di diffusione del contagio da coronavirus.

 

Con la nuova ordinanza il sindaco Franco Ianeselli ha stabilito fino al 31 gennaio 2021 compreso, nelle aree pubbliche e private aperte al pubblico all’interno del territorio comunale, il divieto di vendita per asporto (anche attraverso distributori automatici) di bevande alcoliche e superalcoliche dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo.

 

E' stato poi previsto il divieto di detenzione (ad eccezione di recipienti chiusi ed integri) di bevande di qualsiasi tipo (sia alcoliche che non) ed il consumo delle stesse dalle ore 22 alle ore 5 del giorno successivo.

 

All’interno delle attività commerciali ed artigianali del settore alimentare è ammesso il consumo sul posto fino alle ore 18.

 

Nei locali sede di pubblici esercizi di somministrazione e nelle aree concesse e/o adibite a plateatico degli stessi, è invece consentito usufruire dei servizi di ristorazione senza consumo al tavolo fino alle ore 18 e con consumo al tavolo fino alle ore 24.

 

L'ordinanza nel dettaglio

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 November - 19:00
Secondo la presidente del Comitato per la legalità e la trasparenza ed ex consigliera comunale a Rovereto, molti cittadini lamenterebbero tempi [...]
Cronaca
29 November - 20:00
Trovati 64 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 31 guarigioni. Sono 53 i pazienti in ospedale. Sono 836.703 le dosi di [...]
Cronaca
29 November - 19:02
I centri vaccinali dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari saranno aperti in via eccezionale dalle 6 alle 24 per una vera e propria [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato