Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, viola il coprifuoco perché le si sono rotte le acque: giovane mamma scortata in ospedale dai carabinieri

La coppia era stata sorpresa dai carabinieri fuori casa intorno alle 1e30 nella notte di Natale, ma il motivo per violare il coprifuoco era più che valido: di lì a poco sarebbe nata la piccola Elena Rosetta. I coniugi scortati dai carabinieri in ospedale

Di T.G. - 26 December 2020 - 16:03

BELLUNO. Erano all’incirca le 1e30 della notte fra il 25 e il 26 dicembre quando una pattuglia dei carabinieri di Belluno ha fermato una delle pochissime automobili in circolazione. In tutta Italia oltre alle restrizioni vige ancora il coprifuoco fissato alle 22.

 

L’auto con a bordo una coppia, marito e moglie, è stata fermata all’altezza di via Vittorio Veneto a Belluno. Alla richiesta di spiegazioni sul perché si trovassero in strada i due coniugi hanno replicato che si stavano recando in ospedale. La donna era incinta e aveva intuito che il parto sarebbe stato ormai imminente.

 

A quel punto i carabinieri si sono offerti di scortare la coppia fino all’ospedale. Così è stato, nonostante il breve tragitto e le strade sgombre i militari hanno accompagnato i due coniugi, visibilmente emozionati, fino all’interno del Pronto soccorso quando la donna è stata presa in carico dai medici.

 

A mattina inoltrata la lieta notizia, la neomamma ha telefonato in caserma per ringraziare i militari, intorno alle 4e40 del 26 dicembre infatti, è nata la piccola Elena Rosetta.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 January - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

18 January - 05:01

L'ex rettore ha analizzato i dati contenuti negli indicatori dei report settimanali dell'Iss e ha scoperto che nella settimana conclusa lo scorso 10 gennaio, su 1471 "nuovi" contagi segnalati in Trentino, solo 624 si riferivano alla settimana considerata e ben 847 erano casi arretrati segnalati con grande ritardo. In questo modo verificando molto tardi gli antigenici con i molecolari, se risultano negativi spariscono dalle statistiche se risultano positivi non entrano nel conteggio della settimana corrente perché classificati "arretrati"

18 January - 08:34

Con Renzi non viene solo espulsa la componente più avanzata del riformismo di sinistra ma si sancisce l’asse strutturale tra Pd e 5stelle il cui unico vero avversario era appunto Matteo Renzi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato