Contenuto sponsorizzato

Coronavirus. ''Voi non potete salire'', quattro giovani italiani a Londra rifiutati da un autista di Uber (IL VIDEO)

A pubblicare la notizia anche in Inghilterra i quotidiani online come il Daiylmail. Ecco cosa è successo

Pubblicato il - 06 marzo 2020 - 12:41

LONDRA. Il Daiylmail titola così: '''Racist' Uber driver stops two men getting in his cab 'because they are Italian' and he's 'worried for his safety''' (L'autista Uber "razzista" ferma due uomini che salgono sul suo taxi "perché sono italiani" ed è "preoccupato per la sua sicurezza"). E poi aggiunge: ''Questo è il momento scioccante in cui un autista di Uber si rifiuta di far viaggiare quattro ragazzi nella sua auto perché sono italiani ed è "preoccupato per la sua sicurezza"''. 

 

Il video lo potete vedere qui sotto e i dialoghi sono piuttosto eloquenti. La corsa Uber è saltata e i ragazzi chiedono all'autista perché. Lui risponde chiaramente che è perché sono italiani e per il coronavirus. Loro allora provano a ribattere dicendo che è da settembre che sono a Londra ma lui non ne vuole sapere ''è per la mia sicurezza e per quella della mia famiglia''. Allora i ragazzi gli chiedono ''lei è razzista?'' e lui risponde chiaramente di '''' con gli italiani, in questo momento vale questo ed altro.

 

 

 

 

Il video è stato postato da uno dei ragazzi Dylan Bastonini, 19 anni, girato dopo che la comitiva era stata allo zoo di Londra.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 gennaio - 05:01
I recenti episodi di maxi risse organizzate in Valsugana preoccupano, sono in corso le indagini da parte delle forze dell'ordine. Protagonisti [...]
Società
27 gennaio - 20:40
La giovane 19enne Natalie Schulz arriva dalla Germania e ha partecipato al corso per posatori organizzato in Trentino. Un viaggio di mille [...]
Cronaca
27 gennaio - 20:15
Trovati 1.913 positivi, 2 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 1.979 guarigioni. Sono 176 i pazienti in ospedale. Tutti i Comuni sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato