Contenuto sponsorizzato

Furti negli ospedali: nel mirino dei ladri gli armadietti degli operatori sanitari e i comodini e le borse dei pazienti. Coppola interroga l'Aula

La consigliera chiede al presidente della Provincia se sia a conoscenza dell'accaduto e del fatto che con l'emergenza Covid tali comportamenti starebbero pure aumentando, se ci sono telecamere e come si pensa di intervenire per mettere aumentare la sicurezza

Di L.P. - 02 November 2020 - 12:38

TRENTO. ''I furti negli ospedali trentini non accennano a diminuire neppure in tempo di Covid. Pare, da notizie pervenute, che anzi siano in continuo aumento. Nel mirino dei ladri gli armadietti degli operatori sanitari ma anche i comodini e le borse dei pazienti. Vengono rubati computer, telefonini, soldi e altro''. L'allarme lo lancia la consigliera provinciale Lucia Coppola.

 

 

Negli ospedali, nonostante il momento, le difficoltà che tutto il comparto sanitario sta vivendo, la pressione su operatori e pazienti, sarebbero in azione anche diversi ''sciacalli'' che si intrufolano di soppiatto e rubano il rubabile addirittura dagli armadietti di medici, infermieri e dai comodini e dalle borse dei pazienti. Qualcosa di orribile e ora il tema arriva sui banchi del consiglio provinciale. L'interrogazione a firma Coppola spiega che ''si tratta di gesti inqualificabili ai danni di persone che si trovano in situazione di malattia o nei confronti degli operatori che si stanno prodigando per la salute dei ricoverati''.

 

''Evidentemente - prosegue la consigliera provinciale - le misure di sicurezza attuate sino ad ora non sono sufficienti ad arginare questo fenomeno e quindi si rende necessario attuare tempestivamente interventi di controllo per evitare che questi reati possano ripetersi''.

 

Tutto ciò premesso Coppola ha posto l'interrogazione al presidente della Provincia di Trento Fugatti per sapere: ''Se sia a conoscenza dei frequenti furti negli ospedali trentini a danno degli operatori sanitari e dei ricoverati; quali misure sono attualmente in essere per scongiurare questi episodi; se esistono negli ospedali trentini telecamere di controllo e dove sono in genere collocate; se esiste un registro, presso gli ospedali trentini, in cui vengano riportati i furti e la loro tipologia; se si ritenga utile un maggior presidio interno ed esterno da parte delle forze dell'ordine; come si intenda procedere, nell'immediato, al fine di aumentare la sicurezza nelle strutture ospedaliere a beneficio degli operatori sanitari e dei ricoverati''.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 November - 15:07
La sanità pubblica trentina è allo stremo. A dirlo oggi, in conferenza stampa, tutte le sigle sindacali della dirigenza medica, sanitaria e [...]
Cronaca
30 November - 13:35
A seguito di alcune segnalazioni dei residenti, i carabinieri sono entrati in azione in alcune strutture ricettive abbandonate sul territorio di [...]
Cronaca
30 November - 16:27
L'ex campione di ciclismo si stava allenando quando è stato travolto e ucciso da un camion lungo la regionale 11, a Montebello Vicentino. L'esatta [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato