Contenuto sponsorizzato

Germano Occhi scivola mentre si sfila lo sci e precipita per 300 metri. Tragedia sull'Adamello

L'uomo stava scendendo con un amico dalla Roccia Baitone con gli sci quando è avvenuto l'incidente. Lascia moglie due figli e nipotini

Pubblicato il - 27 maggio 2020 - 10:37

EDOLO. Stava sfilandosi gli sci per avere più aderenza in quel tratto di discesa, preoccupato per le condizioni della neve e del ghiaccio ma è scivolato ed è precipitato nel vuoto, davanti all'amico che lo ha visto cadere per oltre 300 metri. Germano Occhi aveva 61 anni e lascia la moglie Marisa i due figli Davide e Matteo e i nipotini. Una tragedia avvenuta ieri mattina (martedì) in Valcamonica, nel Gruppo dell'Adamello, versante lombardo.

 

Occhi aveva risalito la Roccia Baitone dal canalone nord dopo essere partito all'alba con un amico. Una volta raggiunta la vetta i due avevano cominciato la discesa con gli sci ma l'equilibrio era precario e allora a un certo punto si sono fermati per proseguire in un tratto particolarmente insidioso a piedi. Ma proprio mentre si stavano sfilando gli sci, il 61enne è scivolato.

 

Un incidente che gli è stato fatale visto che è precipitato nel vuoto. Un volo di 300 metri che non gli ha lasciato scampo. L'amico rimasto attonito per l'accaduto ha subito chiamato i soccorsi. In pochi minuti il personale del soccorso alpino si è attivato e l'elicottero è decollato da Sondrio.

 

La salma è stata recuperata, non senza fatica, dopo circa due ore grazie ai tecnici del Cnsas e al lavoro dell'elisoccorso. L'uomo era un grande appassionato di montagna e faceva il macellaio a Braone, sempre in Valcamonica. Una tragedia che ha sconvolto la comunità di tutta la zona.  
 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

26 novembre - 10:06

Il Comune di Auronzo di Cadore, in accordo con l'Ulss Dolomiti 1 e la Regione Veneto, effettuerà uno screening sulla popolazione dedicato alle fasce d'età più sensibili al contagio. La sindaca Tatiana Pais Becher: "Si dovranno presentare le persone nate tra l'1 gennaio 1955 e il 31 dicembre 1979. Partecipate". Le operazioni, da svolgersi tutte nella giornata di domenica 29 novembre, riguarderanno 1250 persone

26 novembre - 04:01

Quella vissuta da una madre e un figlio trentini è una storia che ha accomunato molti cittadini, abbandonati a sé stessi nell'isolamento da Coronavirus e nella confusione di normative che continuano a cambiare. Chiusi in casa per un mese perché positivi al Covid, si sono dovuti arrangiare per poter finalmente tornare a lavorare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato