Contenuto sponsorizzato

Il 18enne Comis trovato senza vita, vicino a lui il cane morto. L'amico l'ha visto sparire nel vuoto, poi è ruzzolato nel bosco ma in stato di shock è riuscito a rientrare in paese

Poco prima delle 22 di ieri, lunedì 20 gennaio, i soccorritori sono riusciti a trovare un paio di occhiali sulla neve, così hanno intuito il punto dove Comis era scivolato. Fatali le ferite, per il giovane non c'è stato nulla da fare. Anche il cane è morto nell'incidente

Pubblicato il - 21 January 2020 - 13:00

SANTO STEFANO DI CADORE. Erano rimasti senza pile e al freddo nel corso di un'escursione. Il giovane Gabriele Comis è morto a soli 18 anni dopo essere precipitato per centinaia di metri, anche il suo cane è deceduto nell'incidente. Dopo aver visto l'amico sparire nel vuoto, il compagno di escursione nel tentativo di aiutare il ragazzo è ruzzolato a sua volta nel bosco ma è riuscito a rientrare in paese in stato di shock per lanciare l'allarme.

 

Il dramma è avvenuto nella tarda serata di ieri, lunedì 20 gennaio, nel bellunese. Un'escursione in notturna che è terminata in tragedia, la vittima è scivolata sul ghiaccio e quindi è precipitata in un canalone in località Bosconero sul Monte Col nel Comune di Santo Stefano in Cadore. Si erano perse le tracce dei giovani nel tardo pomeriggio e intorno alle 21 il Soccorso alpino della val Comelico era già stato allertato per la ricerca dei due ragazzi. 

 

La macchina dei soccorsi è entrata subito in azione, una prima squadra di quattro soccorritori, comprese due unità del Soccorso alpino della guardia di finanza di Auronzo è partita per andare a recuperarli, senza però incrociarli. A quel punto si è subito mossa un'altra squadra fino a quando un ragazzo è riuscito a rientrare da solo

 

Il giovane, visibilmente sotto shock, ha raccontato di aver visto l'amico scivolare sul ghiaccio e scomparire in un canale. Ha cercato di chiamarlo, ma invano e quindi è avanzato per aiutare Comis, ma anche lui è ruzzolato a valle in mezzo al bosco. Da lì è riuscito poi a imboccare una strada forestale per tornare al centro abitato.

 

Poco prima delle 22, la prima squadra è riuscita a trovare un paio di occhiali sulla neve, così ha intuito il punto dove Comis era scivolato. Il Soccorso alpino ha raggiunto dall'alto il ragazzo, mentre un'altra squadra è risalita dal basso. Purtroppo però i soccorritori hanno trovato il giovane senza vita, fatali le ferite riportate nella caduta di diverse centinaia di metri. Vicino al corpo è stato trovato anche il cane, morto a sua volta nell'incidente. 

 

La salma è stata imbarellata e calata sul sentiero sottostante per poi essere trasportata a spalla dai soccorritori per oltre un chilometro fino alla Baita Pian dei Osei in val Frison, mentre la ricostruzione dell'esatta dinamica è affidata ai carabinieri.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 13 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 May - 15:37
La polizia locale del capoluogo ha elaborato un piano straordinario della viabilità. Ecco i principali provvedimenti in previsione del concerto di [...]
Cronaca
16 May - 11:01
Diverse le irregolarità in un cantiere che era stato allestito per la riqualificazione di un albergo: tra queste la mancanza di idonei locali [...]
Cronaca
16 May - 15:05
Poco dopo mezzogiorno e mezzo è arrivata la sentenza in Corte d'appello che ha confermato l'ergastolo per Marco Manfrini per l'omicidio di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato