Contenuto sponsorizzato

“La neve blocca l’entrata di casa? Si può spalare da soli, anziché insultare gli operatori del cantiere comunale”, il sindaco di Pergine replica alle critiche

Il sindaco di Pergine ha risposto a chi, lamentandosi della mancata pulizia delle strade, se l’è presa con i dipendenti del Comune: “I disagi sono inevitabili ma dovremmo essere abituati alla neve e alle sue problematiche e siamo tutti attrezzati, e comunque, dovremo essere in grado di sopravvivere qualche ora senza muovere le macchine. Abbiate pazienza e a chi piace si goda questo manto bianco”

A sinistra una foto scattata a Pergine da Fabio, a destra il sindaco Oss Emer
Di T.G. - 28 dicembre 2020 - 16:54

PERGINE-VALSUGANA. Le abbondanti nevicate che si sono abbattute sul Trentino stanno provocando notevoli disagi un po’ ovunque. In diverse località sono caduti anche oltre 30 centimetri di neve che hanno imbiancato le strade. Per ovvie ragioni il traffico ne ha risentito e in certe situazioni gli automobilisti sono rimasti bloccati in colonna, attendendo l’arrivo dei mezzi di soccorso. Un’attesa che talvolta ha dato origine a una serie di insulti con alcune persone che hanno denunciato una mancanza di organizzazione e scarsa efficienza.

 

Il sindaco di Pergine-Valsugana, Roberto Oss Emer però non ci sta e a chi commentava indignato ha replicato per le rime: “Era annunciato da giorni che avrebbe nevicato con la previsione di 30/40 centimetri anche a Pergine. I mezzi del Comune e i subappaltatori erano allertati e sono all’opera dalle 2 di stanotte. Inevitabili comunque i disagi ma dovremmo essere abituati alla neve e alle sue problematiche e siamo tutti attrezzati con catene e/o gomme da neve, e comunque, dovremo essere in grado di sopravvivere qualche ora senza muovere le macchine”.

 

In altre parole l’emergenza neve si protrarrà per tutta la giornata con i relativi disagi. “Per fortuna – scrive il primo cittadino fra virgolette – che abbiamo delle limitazioni nei movimenti causa Covid che ci aiutano a restare in casa limitando i movimenti. Capita – prosegue Oss Emer – anche che i mezzi sgombraneve ‘chiudano’ le uscite private. Pazienza, posso assicurare, per esperienza diretta, che ci si mette meno a liberarsela che a chiamare il cantiere comunale o insultare gli operatori”. Per dimostrare la sua buona volontà il sindaco ha postato anche la foto del suo vialetto di casa sgombro dalla neve.

 


 

In un secondo passaggio il primo cittadino ricorda ai suoi concittadini anche l’obbligo di tenere sgombro il marciapiede davanti casa, così come previsto dal regolamento comunale. “Per le emergenze – conclude Oss Emer – possiamo stare tranquilli, da stamattina presto i vigili del fuoco volontari hanno preparato i mezzi con le catene da neve e stessa cosa per gli operatori del 118. Abbiate pazienza e a chi piace si goda questo manto bianco”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 4 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 August - 13:10
La piena dell'Adige delle ultime ore e la violenza dell'acqua hanno restituito moltissimi rifiuti che ora si trovano sugli argini del fiume assieme [...]
Cronaca
05 August - 12:34
Le precipitazioni delle ultime ore hanno innalzato notevolmente la portata dell'Adige, la cui piena è stata prevista dai vigili del fuoco tra [...]
Cronaca
05 August - 11:54
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Telve, le forze dell'ordine e gli ispettori dell'Oupsal. Il giovane è stato trasferito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato