Contenuto sponsorizzato

Liberato il parcheggio dei disabili ostruito dalla neve, il sindaco Fantini: “Inutile scegliere la via della polemica, meglio una segnalazione al comune”

Dopo la segnalazione de Il Dolomiti l’accumulo di neve che ostruiva il parcheggio dei disabili è stato rimosso già in mattinata. Il sindaco di Bedollo però non ci sta a passare per distratto: “Il problema è stato risolto in 5 minuti, sarebbe stato meglio avvisare l’amministrazione, siamo sempre disponibili per far fronte a questo tipo di problematiche”

Di Tiziano Grottolo - 03 gennaio 2020 - 12:14

BEDOLLO. La notizia era stata data proprio da Il Dolomiti che aveva raccolto una segnalazione di Piero Robbi, ex-candidato alle ultime provinciali con Agire, evidenziando come un cumulo di neve fosse stato momentaneamente ammassato sopra un parcheggio per disabili (QUI articolo).

 

Questo succedeva a Brusago, frazione del comune di Bedollo, ma dopo la segnalazione possiamo dire che la neve è già stata rimossa rendendo di nuovo agevole il parcheggio, va sottolineato come in poco meno di 24 ore, il tempo di raccogliere l’avviso e attivare gli operai comunali, il problema sia stato risolto.

 

Una vicenda che potrebbe anche chiudersi qui se non fosse che il sindaco di Bedollo, Francesco fantini, proprio non ci sta a passare per quello distratto o poco attento a questi temi: “Dopo essere venuto a conoscenza dai social della ormai famosa montagna di neve a Brusago, con la presente sono a comunicare il mio rammarico, non per la neve, visto che il problema si è potuto risolvere in 5 minuti, ma per il fatto che nessuno si è preoccupato o ha avuto l'accortezza di fare contattare me o il comune per avvisare del problema. Se così fosse stato – afferma il primo cittadino – avrei risolto tutto in un attimo”.

 

Dunque, respinte con forza le critiche mosse da Robbi che tacciava l’amministrazione di “noncuranza”, piuttosto è il sindaco Fantini a puntare il dito contro chi “sceglie, inutilmente, la via della polemica e dello sfogo da tastiera”.

 

Fantini di dice deluso per il modo di agire: “Non è un modo per voler aver ragione ma un appello – precisa – c'è da preoccuparsi per la società in cui viviamo più che per i problemi del comune, se si preferisce stare ore a commentare una pagina Facebook invece di avvisare chi come me, i miei colleghi amministratori di Giunta o gli addetti degli uffici comunali, sono in realtà sempre disponibili per far fronte a questo tipo di problematiche o ai disagi che possono capitare alla cittadinanza”.

 

Al netto delle polemiche, dopo la segnalazione, il cumulo di neve è stato rimosso già questa mattina all’alba dagli operai comunali su indicazione del sindaco che si rende disponibile ad accogliere nuove ed eventuali segnalazioni, rivolgendo ai concittadini un ultimo appello alla collaborazione senza abbandonarsi a sterili polemiche

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 gennaio - 13:19

Cristina Corcho è una dei tanti volontari che in questi giorni aiutano i rifugiati o i migranti rimasti bloccati nel gelido inverno bosniaco. Con l'associazione spagnola No Name Kitchen distribuisce cibo e vestiti ai tanti che rimangono fuori dai campi profughi, riparandosi in tende improvvisate, casupole e fabbriche dismesse. "In molti attendono condizioni migliori. Chi si imbatte nella polizia croata viene malmenato e privato dei vestiti"

18 gennaio - 13:29

Onda Civica  torna a chiedere le dimissioni di Merler. Interviene anche la consigliera di 'Si può Fare' Silvia Zanetti: "Come si può valutare inadatta la figura di Merler a ricoprire il ruolo istituzionale per le evidenti dichiarazioni e pochi giorni dopo, costruire un accordo che ne preserva l’incarico istituzionale?" Il documento della Lega è firmato dai consiglieri Giuseppe Filippin, Vittorio Bridi, Daniele Demattè e Alessandro Saltori: "Consideriamo disdicevole la ventilata ipotesi di modifica dei tempi di trattazione degli atti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato