Contenuto sponsorizzato

Una montagna di neve sul parcheggio riservato ai disabili: succede a Brusago ma purtroppo è un'abitudine diffusa

Qui siamo nel comune di Bedollo ma è una brutta abitudine che si ritrova un po' ovunque: quella di usare i posteggi delimitati dalle strisce gialle come ''deposito''. La segnalazione di Robbi: ''L'intenzione non è polemica ma vuole ricordare che il rispetto sociale si costruisce lentamente proprio dalla salvaguardia dei diritti altrui''. AGGIORNAMENTO QUI

Pubblicato il - 02 January 2020 - 11:15

BEDOLLO. E' successo a Brusago, paesino che fa parte del comune di Bedollo, ma purtroppo è una bruttissima abitudine che si ritrova in tante altre località del Trentino e non solo: quella di trattare gli stalli dedicati alle persone disabili con scarsissima attenzione, come se fossero i primi ''sacrificabili'' e gli ultimi ''da difendere''. Se c'è della neve da accumulare da qualche parte ecco che gli stalli gialli diventano troppo spesso il luogo (in)giusto dove scaricare la montagnola che poi ci metterà settimane, se non mesi, a sciogliersi definitivamente rubando un diritto che dovrebbe essere garantito.

 

Se ci sono dei lavori da fare, ecco che cartelli, recinzioni e altro, in attesa di essere collocati correttamente, vengono accumulati proprio lì dove sarebbe più importante lasciare libera la sosta. La segnalazione la fa Gian Piero Robbi candidato alle ultime provinciali con Agire che aggiunge: ''E' davvero necessario spiegare il motivo per cui sia importante eliminare le barriere architettoniche, rendendo le nostre città dei luoghi a misura di essere umano? I parcheggi che vengono riservati alle persone affette da patologie inerenti alla mobilità (e non solo) sono un diritto del cittadino di inalienabile valore. La foto allegata lo dimostra chiaramente e mette in luce una triste realtà: la strada da percorrere verso il riconoscimento di questi valori è ancora lunga''.

 

''Impossibile comprendere il motivo di un tale gesto - prosegue Robbi -: la noncuranza dell’amministrazione comunale e dei cittadini stessi rischia di rappresentare un ostacolo insormontabile per quanti vogliano esercitare i propri diritti. Ma non è tutto: è infatti passato poco più di un anno da quando in Via S. Croce, a Trento, gli appositi stalli per disabili furono occupati da alcune transenne, in attesa di essere collocate altrove in vista di una manifestazione sportiva. Anche allora avevo messo in luce la disattenzione fatale di una città che, pur volendo strizzare l’occhio alle moderne infrastrutture urbane, finisce per cadere vittima del suo pericoloso disinteresse''.

 

Insomma Brusago non è un caso isolato e troppe volte alle barriere architettoniche già esistenti si vanno, incredibilmente, ad aggiungere anche quelle naturali. ''Lo scopo - conclude Robbi - non è quello di criticare spietatamente ma di aprire una via di comunicazione privilegiata da cui comprendere che, per quanto apparentemente difficile da esercitare, il rispetto sociale si costruisce lentamente proprio dalla salvaguardia dei diritti altrui. E allora, con l’arrivo dell’anno nuovo e dei buoni propositi che per tradizione ne fanno seguito, non si può che sperare per la rimozione di qualsiasi forma di ostacolo urbano, con l’auspicio che non si debba più parlare di eventi analoghi''.

 

Un buon proposito (e in realtà anche un atto dovuto) che speriamo nel 2020 venga rispettato da tutte le amministrazioni e dai tutti i cittadini. QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 January - 19:13

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 14 decessi di cui 9 in ospedale

18 January - 17:45

Nelle ultime 24 ore analizzati 708 tamponi. Sono stati comunicati altri 14 decessi a causa di Covid-19. Trovati 56 positivi tra tamponi molecolari e test antigenici, confermate 57 positività riscontrate nei giorni scorsi. Sono 107 le guarigioni

17 January - 14:53

Si parlerà di sostenibilità nel nuovo corso del liceo scientifico dell'Istituto Marie Curie di Pergine Valsugana. "Abbiamo voluto anticipare i tempi. I ragazzi avranno la possibilità di fare scelte moderne e attuali, radicate nel mondo in cui ci troviamo a vivere oggi"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato