Contenuto sponsorizzato

Maltempo, in A22 sono caduti in poco tempo fino a 50 centimetri di neve. Chiusa per oltre 5 ore l'uscita di Trento nord

Tra le 10 e le 15.30, Autostrada del Brennero ha dovuto chiudere in uscita la stazione autostradale di Trento nord per evitare il pericolo di code in autostrada causate dalle momentanee difficoltà della viabilità ordinaria, non più in grado di assorbire ulteriore traffico

Pubblicato il - 28 December 2020 - 17:57

TRENTO. Oltre 300 uomini e 220 mezzi tra lame, spargisale e furgoni in azione lungo tutta l'A22 per la straordinaria nevicata delle scorse ore.

 

Questa mattina, in particolare nella tratta compresa tra le stazioni autostradali Bolzano nord e Affi, sono caduti in poche ore fino a 50 centimetri di neve. Minori accumuli, ma precipitazioni persistenti nonostante temperature di molto al di sotto dello zero, a nord di Bolzano fino al Brennero. Scarse o nulle le precipitazioni nevose a sud di Verona.

 

Nonostante i rapidi accumuli nelle zone più colpite abbiano reso in certi momenti davvero complicato mantenere sempre libero dalla neve il nastro autostradale. In particolare a nord della barriera di Vipiteno, dove le pendenze si fanno più impegnative, la sicurezza degli utenti è stata garantita grazie a “treni” di lame che aprivano la strada ai convogli in transito, in modo da assicurare la migliore aderenza possibile tra gli pneumatici e l’asfalto.

 

Tra le 10:00 e le 15:30, Autostrada del Brennero ha dovuto chiudere in uscita la stazione autostradale di Trento nord per evitare il pericolo di code in autostrada causate dalle momentanee difficoltà della viabilità ordinaria, non più in grado di assorbire ulteriore traffico.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 January - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 January - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato