Contenuto sponsorizzato

Maltempo, 500 operatori e 350 mezzi in azione lungo l'intera rete viaria del Trentino. La situazione aggiornata delle strade

I mezzi sono equipaggiati con lame e spargisale per lo sgombero della neve e i trattamenti antighiaccio. Dalla tarda mattinata, nelle zone più in quota sono entrate in azione anche le frese per l’allargamento della carreggiata

Pubblicato il - 28 December 2020 - 15:09

TRENTO. La nevicata che interessa il Trentino in queste ore fa registrare accumuli compresi tra i 20 centimetri nell'Alto Garda e i 40-50 centimetri nelle zone più in quota.

 

Son circa 500 gli operatori e 350 mezzi tra autocarri e trattori in azione su più turni lungo l'intera rete viaria della provincia. 

 

I mezzi sono equipaggiati con lame e spargisale per lo sgombero della neve e i trattamenti antighiaccio. Dalla tarda mattinata, nelle zone più in quota sono entrate in azione anche le frese per l’allargamento della carreggiata.

 

Numerosi i veicoli andati in difficoltà, in particolare i mezzi pesanti (Qui articolo). La viabilità a Trento Nord è completamente in tilt (Qui articolo).

 

Interventi anche piante pericolanti oppure crollate per il peso della neve. Attenzionati anche i centri tamponi e drive through (Qui articolo).

 

La perturbazione dovrebbe andare via via in esaurimento a partire dal primo pomeriggio di oggi sui settori occidentali e quindi sul resto del territorio (Qui articolo).

 

Alta Valsugana
Nevica lungo il fondovalle con accumuli di circa 35 centimetri. Nelle tratte in quota della Panarotta, Val dei Mocheni, Altopiano di Pinè e Lavarone l’accumulo è di oltre 40-45 cm.
Da segnalare qualche disagio alla circolazione lungo la SS 47 della Valsugana dovuto all’arresto di marcia di alcuni mezzi pesanti, privi di dotazione invernale.
Sempre lungo la Ss 47 della Valsugana, prestare particolare attenzione per la formazione di buche e localizzati dissesti nella piattaforma stradale.
Chiuso per lavori lungo la Ss 47 della Valsugana, lo svincolo per Civezzano – Pinè, solo nella direzione Trento - Padova, come alternativa utilizzare lo svincolo successivo per la zona industriale di Cirè.
Chiusa per pericolo valanghe la Sp 133 di Monterovere (Menador), per Luserna utilizzare la Ss 349 Val d’Assa Pedemontana Costo.
Divieto di transito per gli automezzi complessi (autotreni e autoarticolati), lungo la Ss 350 Folgaria – Val d’Astico tra loc. Nosellari di Folgaria e Lastebasse (confine provinciale).
Presenza di Senso unico alternato per lavori lungo la Sp 108 a valle dell’abitato di Centa San Nicolò e lungo la Ss 349 Val d’Assa Pedemontana Costo a monte di loc. Pian dei Pradi.

 

Trento, Monte Bondone e Paganella
Nevica dal fondovalle con accumuli di circa 30-35 centimetri, mentre sul Bondone e in Paganella si sono raggiunti i 40-45 centimetri.
Da segnalare qualche disagio alla circolazione lungo la Ss 12 dell’Abetone e del Brennero e la Sp 235 dell’Interporto, dovuto all’ arresto di marcia di alcuni mezzi pesanti, privi di dotazione invernale.
Chiusa per la sicurezza della circolazione la Sp 25 di Garniga a monte di Garniga Vecchia fino alla località Viote.
Presenza di Senso unico alternato per lavori lungo la Sp 58 di Faedo tra Faedo e località Pineta; lungo la Sp 106 di San Michele all’Adige, a sud dell’abitato. Sono attivi i presidi neve del piazzale Zuffo e in località Melta di Gardolo lungo la Ss 47 della Valsugana.

 

Rovereto, Vallagarina, Vallarsa e Brentonico
Nevica dal fondovalle con accumuli tra 30-35 centimetri. In quota a Passo Coe, Pian delle Fugazze e nelle tratte più a monte dell’Altopiano di Brentonico, l’accumulo è di circa 45 centimetri.
Attivo il presidio neve a Calliano, all’inizio della S.S. 350 di Folgaria e Val d’Astico verso l’Altopiano di Folgaria.
Da segnalare qualche disagio alla circolazione lungo la Ss 12 della Abetone e del Brennero, in prossimità di Ala, dovuto all’arresto di marcia di alcuni mezzi pesanti, privi di dotazione invernale.
Chiusa per pericolo valanghe Ss 46 del Pasubio, diramazione Ossario.
Si rammentano infine le chiusure stagionali fino al confine di provincia, della Sp 3 del Monte Baldo da loc. San Valentino e della Sp 138 del Passo della Borcola da località Incapo a Terragnolo.

 

Valli di Non e Sole
Nevica su tutto il territorio della valle di Non e della Valle di Sole. Al momento si registrano, anche nelle zone a quote inferiori, della bassa val di Non accumuli tra i 30 ed i 40 centimetri, dove, nel tratto della Sp 73 tra Denno e Cunevo, è stata segnalata qualche difficoltà per la circolazione a causa di autoarticolati fermi in carreggiata.
Già dal primo mattino sono stati attivati i posti di presidio di Maso Milano, in comune di Campodenno, lungo la Ss 43 e di Presson, in comune di Dimaro Folgarida, lungo la Ss 42 per controllare che i veicoli siano equipaggiati con attrezzatura invernale.

 

Valli Giudicarie e Rendena
Nevica sull’intero settore. Fino ad ora sono caduti circa tra i 25 ed i 45 cm di neve. È chiusa la Ss 237 del Caffaro in località Ponte Pià per una slavina che ha ostruito la carreggiata.
Sono state chiuse per pericolo slavine anche la Sp 34 tra l’abitato di Stenico ed il bivio per la Val d’Algone e, nel comune di Valdaone, la Sp 27 diramazione Pracul.
Sono attivi, lungo la Ss 237, i presidi di Darzo di Storo, Borgo Lares e Sarche.

 

Alto Garda, Val di Ledro e Val di Gresta
Nevica su tutto il territorio, anche nei centri in riva al lago di Garda. Sono stati attivati i posti di presidio di Loppio e di Torbole, lungo la Ss 240, nonché il presidio lungo la Sp 37 in località Baltera nel comune di Riva del Garda.
Lo spessore della neve è compreso tra i 30 centimetri circa a Riva del Garda ed i 45 cm in località Viote del Bondone. Non si registrano disagi di rilievo per la circolazione.

 

Bassa Valsugana e Primiero
Precipitazioni nevosa in corso dal fondovalle con accumuli di neve di circa 20-25 centimetri. Si ricorda la chiusura stagionale della S.P.31 del passo Manghen da località Baessa (km 15+500) a località Ponte Stue nel Comune di Castello-Molina di Fiemme (km 32+500).
Permane la limitazione al traffico per lavori: senso unico alternato sulla Sp 79 del Brocon nel tratto dal km 15,200 al km 15,600 prima del bivio per la frazione Ronco Chiesa nel comune di Canal San Bovo; oltre gli 800 m accumulo di neve di circa 20/25 centimetri. Si segnalano rallentamenti sulla Ss 47 a Grigno per controllo attrezzature invernali dei mezzi pesanti. Nelle restanti tratte stradali non si registrano particolari criticità per il transito veicolare.

 

Valli di Fiemme e Fassa
Precipitazioni nevosa in corso dal fondovalle con accumuli di neve di circa 20-30 centimetri.
Permane la chiusure per pericolo valanghe a passo Fedaia sulla Ss 641 dal km 11 circa, località Diga. Sono invece dovute a lavori le seguenti limitazioni al traffico: divieto di transito sulla Ss 50 del Grappa e passo Rolle al km 105,200 loc. Forte Buso; senso unico alternato sulla Ss 612 della Val di Cembra al km 43,700 tra Molina e Castello di Fiemme; senso unico alternato sulla Ss 48 delle Dolomiti al km 29,800 tra Tesero e Panchià. Sui passi l’accumulo di neve complessivo è pari a circa 40-60 centimetri. Non si registrano particolari criticità per il transito veicolare.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
24 settembre - 10:31
La Cia ribadisce il "No" al referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Ambiente
24 settembre - 06:01
I promotori del referendum per l'istituzione del Distretto biologico in Trentino in agenda per domenica 26 [...]
Cronaca
24 settembre - 07:33
Una persona è rimasta ferita bloccata in auto fra le lamiere e a liberarla sono stati i vigili del fuoco per poi essere soccorsa dagli operatori [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato