Contenuto sponsorizzato

Maltempo nel bellunese, una grossa frana blocca la statale 251. L'appello ai cittadini di Bottaccin: ''Non spostatevi nelle prossime ore se non per motivi urgenti"

Pubblicato il - 05 dicembre 2020 - 16:53

BELLUNO. Momenti di paura nel corso del pomeriggio nel bellunese. Sulla strada provinciale 251 della Val di Zoldo e Val Cellina si è verificata una grossa frana.

 

E' successo in località Mezzocanale. La strada è stata chiusa, non sono stati coinvolti mezzi, e sono stati attivati i tecnici di Veneto Strade e della Protezione civile. 

 

“Si raccomanda a tutti di non spostarsi nelle prossime ore se non per motivi urgenti e indifferibili” ha spiegato l'assessore regionale Gianpaolo Bottacin. 

 

L'assessora ha annunciato, inoltre, che nelle prossime ore arriverà una nuova ordinanza di divieto di accesso alle località montane ai non residenti a causa del maltempo.

 

L'appello alla popolazione, quindi, è quello di rispettare le indicazioni.

 

Intanto  nel corso del pomeriggio la Protezione ha riconfermato il grado di "allerta rossa" per gran parte del Veneto.  L’avviso prevede dal pomeriggio-sera di oggi, sabato 5 dicembre, il persistere di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale.

 

Le precipitazioni assumeranno carattere nevoso generalmente al di sopra di 800-1000 metri, con possibile locale interessamento dei fondovalle, e quota neve in locale risalita sui settori del Triveneto fino a oltre 1500 metri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

22 gennaio - 11:36

Cna-Shv, che da diversi mesi è solerte partner del Comune capoluogo per elaborare misure innovative per la consegna delle merci in centro (piattaforma di interscambio e cargo-bike) e nei quartieri (delivery point presso attività commerciali esistenti), insiste sulla necessità di rendere fluida l’attività dei corrieri e dei mezzi aziendali, e la mobilità in generale, ma non certo per agevolare alternative al preziosissimo commercio di vicinato”

22 gennaio - 05:01

Ad alcuni sanitari, invece della prima dose del vaccino, è stata somministrata per errore una semplice soluzione fisiologica. Ora, anziché presentarsi per il richiamo dovranno essere sottoposti a un test sierologico per capire chi ha ricevuto il vaccino e chi no (QUI L’AGGIORNAMENTO E LA CONFERMA DELL’ERRORE DA PARTE DELL’APSS)

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato