Contenuto sponsorizzato

Musica troppo alta, ''sequestro preventivo'' e sigilli per il Yoshi club in piazza Venezia a Trento

Un provvedimento adottato dalla Questura dopo le segnalazioni di alcuni cittadini che si sono lamentati per il troppo rumore provenire dal locale. In azione polizia di Stato, locale e autorità giudiziaria

Pubblicato il - 21 gennaio 2020 - 17:19

TRENTO. "Locale sottoposto a sequestro preventivo", sono comparsi i sigilli sulla porta d'ingresso del locale Yoshi club in piazza Venezia a Trento

 

Un provvedimento adottato dalla Questura dopo le segnalazioni di alcuni cittadini che si sono lamentati per il troppo rumore provenire dal locale.

 

A quel punto la polizia è stata incaricata dall'autorità giudiziaria per effettuare gli accertamenti. 

Gli agenti della polizia di Stato e della locale sono entrati in azione per le verifiche del caso, il risultato è che il locale non rispetterebbe le prescrizioni in materia di diffusioni sonore.

 

Decibel troppo alti e così è stato disposto il sequestro preventivo e l'affissione dei sigilli. Un provvedimento notificato dalla questura. 

 

Ora tutto è passato nuovamente in mano all'autorità giudiziaria per gli strascichi, definire gli effettivi giorni di chiusura del locale e le sanzioni.

 

Non vuole entrare in polemica il locale. "Il legale si occupa della vicenda", dice il titolare. Tutto sembra in fase di risoluzione e non vengono rilasciate dichiarazioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 14:45

Mentre Boccia ieri sera impugnava l'ordinanza di Fugatti e ''valutava'' quella altoatesina (protetta da una legge al contrario di quella di Trento) Kompatscher ha riunito la giunta e, visto l'andamento della curva del contagio, ha deciso di adottare il dpcm e renderlo ancor più restrittivo

29 ottobre - 13:16

L'ex assessore alla salute: ''Bene preoccuparsi di 'attenuare' l’immagine dei morti per Covid nei sacchi neri che sicuramente non è mediaticamente in linea con l’immagine che in Trentino 'siamo lontani dai numeri della primavera.. pochissimi casi in terapia intensiva', però forse spiegare al personale anche quale strategia di politica sanitaria si sta portando avanti e quale modello di riorganizzazione dei reparti, aiuterebbe a lavorare con maggiore serenità e consapevolezza''

28 ottobre - 17:25

Il consigliere di Futura interroga l'Aula dopo che il Dolomiti ha svelato che l'istituto di cui è direttore emerito Andrea Villotti, sta invitando la popolazione a non pagare le tasse per protestare contro il dpcm del governo Conte. Il tutto mentre i curricula dei membri del consiglio d'amministrazione di Patrimonio del Trentino sono ancora ''invisibili'' nonostante per legge dovrebbero essere pubblici al più tardi dal 5 ottobre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato