Contenuto sponsorizzato

Oltre 100 vigili del fuoco per spegnere l'incendio al fienile. Edificio distrutto, anche un trattore carbonizzato

L'allerta è scattata intorno alle 14.45 quando una nube di fumo si è alzata nel centro abitato, da lì a poco sono partite le fiamme. Diverse le unità in campo per gestire l'emergenza. Non si registrano feriti o intossicati ma i danni sono ingenti

Pubblicato il - 01 febbraio 2020 - 17:22

PRATO ALLO STELVIO. Oltre 100 vigili del fuoco altoatesini sono entrati in azione per l'incendio che ha avvolto un fienile a Prato allo Stelvio

L'allerta è scattata intorno alle 14.45 quando una nube di fumo si è alzata nel centro abitato, da lì a poco sono partite le fiamme. 


Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza della Croce bianca, vigili del fuoco di Prato allo Stelvio, i corpi di Malles e Sluderno, Montechiaro e Glorenza, oltre alle forze dell'ordine per effettuare i rilievi e ricostruire la dinamica.

 

 

Le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre i pompieri hanno avviato le operazioni di spegnimento. 

 

Un'operazione lunga e complicate per fronteggiare il fronte delle fiamme e evitare che qualche scintilla potesse scappare per interessare altri edifici. 

 

Una volta spento il fuoco, i pompieri hanno avviato gli interventi di bonifica e smassamento del materiale incendiato, i rilievi per comprendere le cause che hanno portato il rogo e le verifiche per escludere la presenza di altri focolai.

 

Il fenile è andato purtroppo praticamente distrutto, compreso un trattore carbonizzato e diverso materiale all'interno dell'edificio, ma fortunatamente non si registrano feriti o intossicati

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 19:34

Nella serata di ieri il Gattogordo di Trento è stato teatro di una discussione animata tra il proprietario Villotti e un gruppo di carabinieri, poliziotti e finanzieri. Secondo questi ultimi, dalle 20 il ristorante non può servire ai tavoli solamente bevande. L’oggetto del dibattito è la parola “attività” di ristorazione, che ha generato non poca confusione

31 ottobre - 18:56

In valore assoluto i dati più alti si registrano nei centri più popolosi (che è quello che sarebbe dovuto succedere anche nella prima ondata) e quindi dei 390 casi totali ben 208 sono concentrati tra Trento (127), Rovereto (56), Pergine (15) e Riva del Garda (10)

31 ottobre - 18:21

Il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, ha firmato le nuove ordinanze per i Comuni-Cluster valide per 14 giorni. Ai Comuni di Laives, Malles, Sarentino, Campo di Trens e Racines si aggiungono oggi anche Sluderno, Glorenza, Tubre, Gargazzone, Val di Vizze e Rasun-Anterselva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato