Contenuto sponsorizzato

Rapporto cittadino e pubblica amministrazione, la ministra Pisano si complimenta con il Comune di Trento. Maule: ''Smart City vuol dire anche questo''

Trento è la prima città italiana ad attivare una convenzione con Lepida Spa, azienda informatica che si occupa della creazione delle identità Spid, ora anche a livello comunale. L'assessora all'Innovazione: ''Spid è un passo avanti per cercare di velocizzare i tempi della burocrazia. Questa identità digitale permette di dialogare con la pubbliche amministrazioni senza per forza recarsi agli sportelli, accedendo ai servizi direttamente a casa''

Di Claudia Schergna - 10 agosto 2020 - 18:15

TRENTO. ''Con una convenzione tra Comune e Lepida Spa, i cittadini del Comune di Trento richiedono il Sistema pubblico di identità digitale (Spid) negli uffici del Comune. Dal 28/2/21 con Spid si accederà ai servizi digitali della Pubblica amministrazione. Complimenti a Comune di Trento e Lepida Spa''. Con questo Tweet ieri sera la ministra dell’Innovazione Tecnologica Paola Pisano si è complimentata con il capoluogo trentino e la sua amministrazione per essersi trasformato nel territorio più all'avanguardia del Paese in tema di rapporto tra il cittadino e la pubblica amministrazione

 

Dall’inizio del 2020 e specialmente durante l’emergenza sanitaria, il numero di identità digitali Spid è cresciuto drasticamente, raggiungendo quota 8 milioni di identità rilasciate in Italia ma Trento è la prima città italiana ad attivare una convenzione con Lepida Spa, azienda informatica che si occupa della creazione delle identità Spid, ora anche a livello comunale. La stessa convenzione con Lepida è stata raggiunta a livello statale ma il comune di Trento ha voluto anticipare i tempi per assicurarsi che tutti i cittadini sappiano usare la loro identità digitale nel momento in cui i servizi di pubblica amministrazione diventeranno accessibili solamente tramite essa.

 

“La novità non è tanto Spid - spiega l'assessora Maule - che sta diventando sempre più lo strumento per un rapporto veloce con la pubblica amministrazione, ma il fatto che il Comune di Trento ha messo in campo un sistema per facilitare i cittadini per dotarsi di Spid. Grazie a questo sistema innovativo a livello nazionale, il cittadino è facilitato e può farlo con semplicità. Siamo riusciti a fare in modo che l’innovazione sia davvero a portata dei cittadini e al servizio dei cittadini e la smart city ha avuto come obiettivo proprio quello di aiutare i cittadini e accompagnarli in questa trasformazione. Spid è un passo avanti per cercare di velocizzare i tempi della burocrazia. Questa identità digitale permette di dialogare con la pubbliche amministrazioni senza per forza recarsi agli sportelli, accedendo ai servizi direttamente a casa”. Come detto la cosa non è passata inosservata anche ai più alti livelli con la ministra dell’Innovazione Tecnologica Paola Pisano che ha pubblicato questo post su Twitter, nel quale elogia il comune di Trento e Ledipa Spa.

 

 

 

 

''Siamo contenti che la ministra abbia riconosciuto il lavoro del comune di Trento - commenta Maule -. È stato un lavoro collettivo, dell’ufficio innovazione ma anche di altri servizi, perché è un tema trasversale. Bisogna riconoscere l'impegno dell’intero Comune di Trento''. Il lavoro dell’amministrazione comunale era iniziato da tempo e il tema dello Spid era stato discusso e testato durante le scorse edizioni di Trento Smart City. È oggi possibile attivare l’identità digitale registrando i propri dati al sito https://id.lepida.it/lepidaid/registra e recandosi ad uno degli sportelli dedicati del comune previo appuntamento. Il servizio viene offerto dalle circoscrizioni, dagli uffici anagrafe e dall’Urp. In alternativa, è possibile creare un'identità Spid anche recandosi agli sportelli delle Poste Italiane.

 

Il Comune di Trento sta ancora lavorando affinché la creazione e l’utilizzo dell’identità digitale sia accessibile a tutte le fasce della popolazione e diventi sempre più semplice: “Vogliamo sostenere le famiglie che vogliono attivare lo Spid ma che non lo conoscono - conclude Chiara Maule -. Per alcune persone questa idea della Smart City spaventa ma noi vogliamo sostenerle e accompagnarle. I nostri dipendenti hanno seguito un corso e sono quindi formati per supportare gli utenti, sapendo che nei prossimi mesi e anni alcuni servizi, sia statali che provinciali, saranno accessibili solo tramite queste tecnologie”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 settembre - 11:49

Ieri altri due istituti superiori con positivi e anche un bimbo di un asilo. I contagi nelle ultime 24 ore sono 25 e quasi 1600 le persone che in Alto Adige si trovano in isolamento domiciliare 

27 settembre - 21:28

Il lupo, probabilmente cresciuto in cattività e poi liberato, era stato catturato perché troppo confidente con l’uomo. Ora è stato trasferito nel Centro tutela e ricerca del Monte Adone: uno spazio isolato e immerso nel verde, lontano dal pubblico dove può vivere a contato con i propri simili

28 settembre - 11:58

Tante le incognite in vista del ballottaggio di domenica 4 ottobre nei due principali centri dell'Alto Adige. A Bolzano Caramaschi ha incassato il sostegno dell'Svp, mentre Io sto con Bolzano, Team K e M5S non si sono espressi a favore di alcun contendente. A Merano il Pd dà l'appoggio all'uscente Rösch, mentre la "stella alpina" lascia libertà agli elettori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato