Contenuto sponsorizzato

Riaprono i campetti nei parchi pubblici e anche i lidi dei centri sportivi Mazzon e Trento Nord. Ecco tutte le date e gli orari

I lidi estivi apriranno per la frequentazione da parte degli utenti individuali e per gli allenamenti di utenti associativi. E' inoltre in corso l'approfondita pulizia degli oltre 630 giochi per bambini presenti nei parchi del Comune di Trento, che si concluderà lunedì 1° giugno

Pubblicato il - 29 maggio 2020 - 12:06

TRENTO. Da oggi, 29 maggio, tornano ad essere liberi ed utilizzabili tutti i campetti sportivi presenti all'interno dei parchi cittadini.

Al contempo è in corso un'approfondita pulizia con detergente neutro dei 630 giochi per bambini presenti nei parchi pubblici del Comune di Trento. Il lavaggio di tutte le aree gioco sarà completato lunedì 1° giugno. E' utile sapere che laddove i nastri bianchi e rossi sono stati tolti significa che la pulizia approfondita è stata completata.

 

Si tratta di un'operazione di lavaggio con detergente che proseguirà poi anche nelle prossime settimane con cadenza giornaliera a cura del personale delle tre cooperative che gestiscono la manutenzione dei parchi e nel rispetto delle “Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid-19”.

 

Restano invece ancora chiuse le fontanelle d'acqua per motivi di igiene.

 

E' inoltre stata comunicata l'apertura dei lidi estivi del Centro sportivo "G. Manazzon" e del Centro sportivo Trento Nord per la frequentazione da parte degli utenti individuali e per gli allenamenti di utenti associativi con le modalità descritte nella seguente informativa:

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 18:18

Il totale sul territorio resta così a 5.503 casi e 470 morti da inizio epidemia coronavirus. Ci sono complessivamente 2.678 casi e 292 decessi da inizio emergenza in Alto Adige

16 luglio - 16:31

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha denunciato in un acceso post su facebook una situazione preoccupante: i focolai di Coronavirus, infatti, sarebbero per lo più dovuti a situazioni incontrollate di arrivi dall'estero. 29 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore. "Quali test si fanno ai migranti che arrivano dal Nordafrica? La solidarietà è inviolabile e sacra, ma la salute pubblica di più"

16 luglio - 15:00

E' successo poco prima di mezzanotte, sul posto  una volante della squadra mobile e la polizia locale. Due denunce 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato