Contenuto sponsorizzato

Scappato 2 anni fa dopo una condanna per furto, torna in città e viene fermato mentre sosta su una panchina. In manette un 20enne

Il fatto è avvenuto a Bolzano, dove il giovane, ora 20enne, è stato fermato per un normale controllo. Identificato, è risultato essere oggetto di un ordine di carcerazione a 3 anni per una serie di furti aggravati commessi tra il 2017 e il 2018, quando ancora era minorenne

Pubblicato il - 03 agosto 2020 - 19:30

BOLZANO. E' stato pizzicato durante un normale controllo del territorio, il giovane di 20 anni colpito da un ordine di esecuzione a una pena detentiva di 3 anni e un mese di reclusione per furti aggravati. Gli agenti della questura di Bolzano, infatti, solo dopo averne chiesto i documenti e proceduto all'identificazione si sono resi conto che il soggetto sottoposto a verifiche in piazza parrocchia era stato precedentemente condannato dal Tribunale dei minori del capoluogo altoatesino per dei reati commessi tra il 2017 e il 2018, quando non aveva ancora compiuto i 18 anni.

 

Il 20enne, cittadino algerino, non pensava dunque di essere raggiunto dalla legge, quando, mentre riposava su una panchina di una piazza bolzanina, è stato fermato e identificato come autore di una serie di furti aggravati commessi in compagnia di altri soggetti. Per far perdere le tracce, infatti, il giovane si era allontanato da Bolzano, ripresentandosi dopo due anni e mezzo circa ed incappando nel controllo decisivo degli agenti.

 

Al termine delle formalità di rito, il soggetto è stato quindi associato all'Istituto penitenziario minorile di Treviso, dove sconterà la pena comminatagli ormai più di anni orsono.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 10 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
11 aprile - 06:01
Il presidente della Commissione rifugi della Sat, Sandro Magnoni, spiega che i gestori delle strutture sono pronti a riaprire con le regole dello [...]
Cronaca
11 aprile - 08:22
E' stato aperto un fascicolo per omicidio preterintenzionale. E' un atto dovuto per arrivare ad un completo chiarimento di quello che è successo
Cronaca
11 aprile - 07:38
L'Unione distrettuale di Mezzolombardo: "Un ringraziamento a tutti i Corpi intervenuti, un plauso ai piloti del nucleo elicotteri per l’ottimo [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato