Contenuto sponsorizzato

Si rifiuta di dare le proprie generalità e oppone resistenza ai carabinieri che provano a portarlo in caserma. Arrestato un 22enne

Sono diverse le persone denunciate in provincia nel corso del fine settimana appena trascorso. Tra chi è stato trovato in possesso di quantità di stupefacenti e chi in violazione di precedenti condanne, sono tre i soggetti sanzionati anche per il mancato rispetto dell'obbligo di mascherina in luogo pubblico

Pubblicato il - 09 novembre 2020 - 11:47

TRENTO. Nel corso dei tanti controlli effettuati da parte dei carabinieri del comando di Trento, sono diverse le persone incappate in denunce per reati collegati alla detenzione e allo spaccio di stupefacenti. I militari hanno infatti intensificato l’attività sul territorio e le perquisizioni nelle aree interessate dallo spaccio al fine di contrastare il fenomeno del consumo di stupefacenti, specie da parte dei più giovani.

 

Su oltre un migliaio di persone controllate, sono diverse quelle identificate come soggetti con specifici precedenti. Tra queste un gambiano di 22 anni di Rovereto è stato denunciato a piede libero dopo esser stato trovato in un parco cittadino con addosso 7 grammi di hashish, mentre un 52enne di Ala veniva trovato in possesso di 3 grammi di cocaina e 1 di hashish dopo esser stato fermato in un controllo della circolazione stradale. Anche per lui è scattata la denuncia.

 

Un cittadino nigeriano di 22 anni è stato segnalato al commissariato del governo come assuntore di stupefacenti, poiché trovato in possesso di una modica quantità di metadone in assenza però di prescrizione medica. Un suo concittadino ventenne è stato invece denunciato in stato di libertà per aver violato il divieto di ritorno nel Comune di Trento, da cui era stato allontanato.

 

A Trento un cittadino tunisino di 38 anni è stato denunciato per ubriachezza manifesta, mentre un 22enne di Cadine è stato arrestato sempre nel capoluogo per aver opposto resistenza nel tentativo di sottrarsi ad un controllo. Alla richiesta dei carabinieri di fornire indicazioni sulla propria identità, il giovane rispondeva dunque con il diniego e la rabbia, resistendo ai militari.

 

Da ultimo, un 49enne di Mori è stato denunciato per il reato di evasione. Durante un controllo, infatti, veniva rintracciato in giro per il paese dopo essersi illegalmente allontanato dalla propria abitazione, dove rimaneva sottoposto agli arresti domiciliari.

 

Tre dei soggetti suddetti sono stati inoltre sanzionati per il mancato uso della mascherina di protezione in luogo pubblico, contravvenendo così alla normativa nazionale anti-Covid.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 novembre - 16:05
Sono stati analizzati 7.074 tamponi tra molecolari e antigenici. Registrati 111 positivi e 0 decessi. Ci sono 50 persone ricoverate in [...]
Politica
28 novembre - 15:33
L’esecutivo nazionale dell’Usb ha sconfessato Ezio Casagranda che ha portato il sindacato a sposare le posizioni dei manifestanti No-vax. Per [...]
Cronaca
28 novembre - 13:41
Secondo una prima ricostruzione l’automobile, con a bordo tre persone, stava percorrendo la strada sterrata che costeggia il fiume quando, per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato