Contenuto sponsorizzato

Si ritrova disoccupato e decide di coltivare una piantagione di marijuana, 47enne condannato

L'umo ha visto terminare la propria vicenda giudiziaria con un patteggiamento di 2 anni e 8 mesi con la concessione degli arresti domiciliari

Pubblicato il - 19 febbraio 2020 - 09:03

TRENTO. Era stato trovato in possesso di oltre 94 chili di piante di marijuana. Un perito elettronico perginese disoccupato che si era riconvertito decidendo di occuparsi della produzione dello stupefacente, ha visto chiudersi la propria vicenda giudiziaria con un patteggiamento di 2 anni e 8 mesi con la concessione degli arresti domiciliari.

 

Il sequestro era avvenuto a seguito delle indagini che sono state condotte dal corpo forestale e carabinieri dopo la scoperta di oltre cento piante di marijuana. A quel punto le forze dell'ordine avevano installato delle specifiche fototrappole per monitorare l'area. In questo modo sono riusciti a risalire al proprietario della piantagione. Nel corso di una perquisizione nell'abitazione del soggetto erano stati trovati anche 25 mila euro.

 

Ora è arrivata la condanna. L'uomo si trova agli arresti domiciliari.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 17 gennaio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
17 gennaio - 19:36
Tra il 2015 e il 2021 l’indice medio dei prezzi è cresciuto in Trentino di 5,6 punti percentuali, mentre in Italia ci si attesta a +4,2%. [...]
Cronaca
18 gennaio - 11:54
Con i tanti non vaccinati sul territorio l'Alto Adige rischia di essere un territorio che farà fatica a rendere endemica la presenza del virus e [...]
Politica
18 gennaio - 13:03
Il consigliere della Lega, Denis Paoli, ha chiesto le dimissioni due due esponenti dei Süd-Tiroler Freiheit: "Fino a prova contraria – [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato