Contenuto sponsorizzato

Temperature ''polari'' in Alto Adige e in Trentino la prossima notte potrebbe essere ancora più fredda

Anche oggi, secondo le rilevazioni di MeteoTrentino, le temperature in diverse zone del territorio sono diversi gradi sotto lo zero. Per gli esperti la prossima notte potrebbe essere ancora più fredda

Pubblicato il - 20 gennaio 2020 - 11:29

BOLZANO. Sono state temperature davvero polari quelle rilevate la scorsa notte in alcune zone dell'Alto Adige.

 

Secondo quanto riferito dal meteorologo Dieter Peterlin il freddo si è fatto sentire soprattutto in Val Pusteria. I dati confermano che la notte appena trascorsa è stata tra le più fredde di questo inverno. Le temperature registrate in Alto Adige sono state a Monguelfo -15 gradi, Dobbiaco -14 gradi e Brunico -11 gradi.

Anche in Trentino temperature molto basse. Secondo le ultime rilevazioni di MeteoTrentino sono diverse le zone della provincia che rimangono alle dieci di questa mattina con diversi gradi al di sotto dello zero. Possiamo citare Canazei con – 7 gradi, Capriana – 4,4 gradi, Cavalese – 4,3 gradi, Daone 5,5 gradi, Mezzano – 7,2 gradi, Passo del Tonale – 9,2 gradi, Predazzo – 6,1 gradi.

 

Nel corso della giornata e della prossima notte, però, ci potrebbe essere un ulteriore calo delle temperature  che porteranno la colonnina a temperature più basse di questo inverno anche per la nostra provincia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 ottobre - 16:03

Si tratta di una coppia, tutti i colleghi sono stati sottoposti a tampone al laboratorio dell'Azienda sanitaria e sono risultati negativi. La Mach: ''E' la dimostrazione dell’efficacia dei protocolli antiCovid 19 adottati" ed interviene anche il direttore dell'Apss che ha precisato come il contagio non possa essere avvenuto all’interno dei luoghi di lavoro

22 ottobre - 13:19

Una proposta semplice quanto efficace che permetterebbe agli esercenti di ''salvare'' la stagione come avvenuto in estate tra plateatici allargati e tavolini all'aperto. Con il freddo si dovrebbe, altrimenti, tornare al chiuso ma tra regole sul distanziamento e la paura del ritorno del Covid-19 il rischio che gli spazi coperti restino semi-vuoti appare molto concreto

22 ottobre - 12:31
Un elenco che contiene buona parte dell'Italia, ma anche dell'Austria, così come Polonia, Croazia, Svezia e Svizzera. Nelle scorse settimane invece la Svizzera ha inserito nell'elenco delle aree a rischio Veneto, Campania, Sardegna e Liguria
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato