Contenuto sponsorizzato

Terribile incendio devasta un'azienda agricola, dramma per una giovane coppia (con bambina) che aveva lasciato la città per vivere in montagna

Avevano abbandonato la città e i loro lavori e dopo aver fatto l'Università della Montagna avevano deciso di investire il loro futuro sull'alta Valtrompia e sulla vita di montagna. Ieri sera un terribile incendio ha distrutto ogni cosa

Pubblicato il - 15 January 2020 - 16:10

BOVEGNO. Le fiamme hanno avvolto l'edificio andandolo a distruggere, riducendo in cenere buona parte del tetto e danneggiando notevolmente qualsiasi locale. Ma fortunatamente nessuno, tranne la figlia della coppia che è stata portata precauzionalmente in ospedale per una leggera intossicazione da fumo, è rimasto ferito anche se le ferite nell'animo sono enormi.

 

Ad andare bruciata in poche ore è stata l'azienda agricola ''Cosa tiene accese le stelle'' a Ludizzo di Bovegno, in alta Valtrompia non lontano, in linea d'aria, dal confine tra Trentino e Lombardia. Una struttura realizzata nel 2012 da una coppia di giovani che ha deciso di lasciare la città per dedicarsi alla coltivazione di verdure, piccoli frutti, e alla vita di montagna investendo in un'azienda agricola, dopo che si erano conosciuti all'Università della Montagna di Edolo. Con fatica e impegno erano riusciti a trasformare quella che era, un tempo, una grossa stalla in una casa tuttofare (con tanto di laboratorio per la smielatura e per la produzione di conserve) ed avevano fatto nascere ''Cosa tiene accese le stelle'' (nome ispirato al libro di Calabresi).

 

Intorno alle 16 di ieri, però, il sogno di questa coppia e della loro bambina si è infranto. Probabilmente un problema legato alla canna fumaria ha innescato un furioso incendio che in poche ore ha attecchito su tutta l'abitazione. Le fiamme hanno divorato qualsiasi materiale in legno e sciolto o distrutto tutto quanto si è parato davanti. I vigili del fuoco hanno fatto il possibile e hanno raggiunto il posto in forze da Lumezzane e Gardone Val Trompia e anche da Brescia ma non c'è stato molto da fare per salvare i due piani abitati dalla famiglia, i laboratori e anche il magazzino.

 

 

Ci sono volute ore a domare le fiamme e a bonificare l'area. Ora si dovrà capire le cause che hanno scatenato questo terribile incendio e per questa famiglia, che aveva investito e creduto nella montagna, sarà tempo di ripartire. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Società
24 ottobre - 09:54
Sono circa 14 mila gli addetti necessari a questo settore tra strutture ricettive e della ristorazione. Gianni Battaiola (presidente di Asat): [...]
Cronaca
24 ottobre - 09:05
Dopo alcune segnalazioni dei cittadini gli agenti della polizia di Bressanone sono intervenuti e i tre, alla vista della 'Pantera' hanno tentato di [...]
Cronaca
24 ottobre - 06:01
Gli Ordini dei medici e delle professioni infermieristiche lamentano, con preoccupazione, una certa lentezza nell'applicare le disposizioni di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato