Contenuto sponsorizzato

Tragedia in montagna, oggi nuovo tentativo di recupero del corpo di Daniele Catorci. L'Università di Camerino: ''Affetto e vicinanza ai genitori''

Daniele Catorci, 27 anni, è caduto per trenta metri. Ieri le operazioni di recupero sono state vane, oggi a 3400 metri i soccorritori tenteranno nuovamente di raggiungere il corpo del ragazzo 

Pubblicato il - 29 giugno 2020 - 09:54

GRAN PARADISO. Non ci sono più speranze di trovare ancora in vita il 27enne Daniele Catorci, dottorando dell'Università di Trento, originario di Camerino, caduto in un crepaccio sul Gran Paradiso sabato scorso.

 

Il giovane, durante un'escursione con un compagno, è precipitato per più di trenta metri. E' successo all'alba e i soccorsi sono immediatamente intervenuti senza però riuscire nel recupero del corpo. (QUI L'ARTICOLO)

 

Ieri sono riprese le ricerche senza però riuscire ad arrivare dal ragazzo. Oggi si proverà ancora ad estrarre il corpo dal crepaccio, una cavità a "V" larga non più di mezzo metro.

 

Le operazioni sono molto difficili, a 3400 metri di quota e per il rischio di ulteriori crolli che possono mettere in pericolo gli operatori del soccorso alpino.

 

Le speranze che fino a ieri poteva esserci sulla sorte di Daniele sono ormai dissolte. Difficile trovarlo ancora vivo. 

 

Intanto è arrivato il messaggio dell'Università di Camerino: "Il Rettore e l'intera comunità universitaria si stringono in silenzio intorno ai proff.ri Paola Scocco e Andrea Catorci per l'improvvisa tragedia che li ha colpiti, esprimendo affetto e vicinanza"

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 04:01

Mentre i positivi continuano a scendere, per la comunicazione ufficiale, siamo andati ad analizzare i dati completi per capire se anche i positivi agli antigenici calano. Ecco il focus su una decina di comuni con il confronto rispetto a una settimana fa. Ebbene se Pergine ha ridotto i contagiati attivi di 129 unità e Baselga di Piné è scesa, fortunatamente, sotto il 3% soglia critica per la ''zona rossa'' in molte altre realtà il totale di positivi è aumentato per un dato globale che si mostra stabile 

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato