Contenuto sponsorizzato

Tragedia nel Garda, sub non riemerge e la madre dà l'allarme. Trovato morto a 160 metri di profondità

C'è voluto un robot subacqueo per individuare il corpo di Andreas Miroslav Stasiak che si era tuffato in acqua all'altezza di Tremosine in uno dei punti dove sono stati stabiliti record (GUARDA IL VIDEO) ma non lontano da lì si sono verificate anche altre tragedie che hanno riguardato sub polacchi

Foto archivio
Di L.P. - 23 June 2020 - 11:35

TREMOSINE. Si è tuffato davanti agli occhi della madre ma non è più riemerso. Alla fine lo hanno trovato i sommozzatori dei vigili del fuoco e dei volontari del Garda a 160 metri di profondità, senza vita immobile tra nelle acque profonde del lago. La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio ma il corpo è stato trovato in serata grazie all'ausilio anche di un robot subacqueo visto che l'uomo aveva raggiunto una profondità di circa 160 metri.

 

I fatti sono successi nel pomeriggio nelle acque del Garda all'altezza di Tremosine. Il sub, un 45enne polacco, Andreas Miroslav Stasiak, si era recato sulla spiaggia con la madre e poi, in quella che è una delle zone più famose per le discese in acqua. Proprio in quel punto, per esempio, Luca Pedrali nel 2017 era arrivato a quota -264 metri stabilendo il record italiano e questo è il video della sua discesa.

 

 

 

 

 

Intorno alle 15, però, la madre del' 45enne non vedendo più riemergere suo figlio e compreso che doveva essere accaduto qualcosa ha allertato i soccorsi. Sul posto è arrivata la polizia di Riva del Garda, i sommozzatori dei vigili del fuoco, i volontari del Garda, la Guardia costiera di Salò e anche un elicottero da Venezia. Le operazioni di ricerca sono andate avanti per diverse ore e il corpo è stato individuato poco dopo le 20 grazie a un robot subacqueo e riportato in superficie. Le operazioni si sono concluse intorno alle 22. Il corpo dell'uomo è stato portata a Campione.

 

Ora si indaga sulle cause del decesso visto che le condizioni meteo di ieri erano perfette. Non è la prima volta, purtroppo, che nella zona sub polacchi muoiono nel tentativo di stabilire dei record

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato