Contenuto sponsorizzato

Urla, insulti e spinte in centro storico. Due gruppi di giovani litigano e si rincorrono e finiscono per entrare in un bar

Il gestore del locale di via Oriola ha dovuto chiamare la polizia perché una quindicina di ragazzi e ragazze erano entrati nel suo bar continuando al litigare all'interno

Pubblicato il - 24 febbraio 2020 - 20:08

TRENTO. Momenti di tensione questa sera in pieno centro storico a Trento. Due gruppi di ragazzi, infatti, hanno cominciato a litigare e dopo essersi rincorsi e scontrati in strada, all'altezza di via Oriola, alcuni sono anche entrati nel locale della zona costringendo il gestore a chiamare le forze dell'ordine. Secondo le prime ricostruzioni la rissa sarebbe scoppiata per futili ragioni.

 

Due gruppi di ragazzi in età da liceo, o poco più grandi, che hanno alzato le mani e tra urla e minacce, intorno alle 19.45, si sono rifugiati nel Bar Bellavita di via Oriola. I giovani, in chiaro stato di agitazione, si sono ammassati all'interno del locale e hanno cominciato a litigare anche lì.

 

Il gestore a quel punto ha cominciato a gridare loro di andarsene ma questi non ne volevano sapere e intanto, continuando ad urlarsi contro, sono volate le spinte e gli insulti. A quel punto il gestore ha chiamato le forze dell'ordine che sono arrivate subito sul posto. 

 

La polizia ha fatto uscire dal locale i giovani e ha separato le due fazioni chiedendo spiegazioni per cercare di capire cosa fosse successo. Nel frattempo si sono sedati gli animi ed è tornata la calma il tutto davanti a passanti straniti per la complicata situazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 ottobre - 04:01

Lo studio esclusivo condotto da 4 università (fra cui Trento) e dal Policlinico San Matteo di Pavia mostra cosa accadrà se le misure dell’ultimo Dpcm non dovessero frenare i contagi: “La crescita esponenziale dei positivi trascinerà con sé quella delle terapie intensive e dei decessi, le strutture sanitarie saranno messe in ginocchio

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 36.437 nuovi casi e 244 decessi. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato