Contenuto sponsorizzato

Valli del Pasubio, riprese le ricerche del 42enne scomparso. Sul posto anche i cani molecolari

Le ricerche si stanno concentrando nella zona al confine fra Trentino e Alto Vicentino. Il Soccorso Alpino e le unità cinofile sono tornate alle prime luci di quest'oggi a perlustrare il territorio

Pubblicato il - 27 gennaio 2020 - 07:58

TRENTO. Sono riprese alle prime luci di questa mattina le ricerche dell'uomo di 42 anni, originario di Montecchio Maggiore, scomparso sabato sul monte Pasubio (QUI L'ARTICOLO).

Ieri per tutta la giornata forze dell'ordine e soccorso alpino hanno perlustrato il territorio. Ad intervenire era stato anche un elicottero trentino. Nella tarda serata sono rientrate illuminate dalle frontali le tre squadre del Soccorso alpino di Schio salite lungo le principali vie di accesso al Rifugio Papa e alla parte sommitale del Pasubio.

I soccorritori hanno verificato alcune tracce in cresta per poi scendere da tre canali innevati che danno sulla Val Canale.

 

Nella zona delle ricerche sono arrivati anche i cani molecolari. Dopo aver prelevato campioni di odore sia dall'abitazione che dalla macchina dell'uomo parcheggiata al Rifugio Balasso, già ieri sera sono entrate in azione tre unità cinofile molecolari del Soccorso alpino.

 

Fino ad ora, però, non sono arrivate notizie. Le ricerche sono ripartite questa mattina con la perlustrazione dei sentieri verso rifugio Papa e seguendo le eventuale piste fiutate dai cani. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 ottobre - 16:08

Sono circa una cinquantina i depuratori sul territorio altoatesino e la Provincia ha scelto 9 impianti per questo monitoraggio tra dimensione, punto geografico e tipo di utenza e il territorio è stato diviso in altrettante sezioni: Bolzano, Termeno, Pontives, Media Venosta, Bressanone, Wipptal, Tobl-Brunico e Wasserfeld. Un progetto con il coordinamento dell'Istituto superiore di sanità

30 ottobre - 16:39

Chi arriva in Germania dal nostro Paese, dovrà sottoporsi a tampone oppure a quarantena. L'Austria potenzierà i controlli, anche con le autorità sanitarie, ai valichi di confine con Italia e Slovenia

30 ottobre - 13:09

L'assessore Widmann: "In due settimane la situazione è completamente cambiata. Si deve considerare che per ogni positivo in media ci sono tra i 20 e i 30 contatti: 350 infezioni significa circa 10 mila contatti e diventa necessario variare strategia perché è impossibile rintracciare tutti". L'ordinanza valida da sabato 31 ottobre

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato