Contenuto sponsorizzato

Zanardi, condizioni stabili ma sedato e intubato, i medici: ''Quadro neurologico ancora grave''

L'atleta paralimpico è rimasto vittima di un incidente due giorni fa. Nel bollettino odierno: "Le condizioni attuali di stabilità generale non consentono di escludere eventi avversi e pertanto il paziente resta in prognosi riservata"

Pubblicato il - 21 giugno 2020 - 13:54

TRENTO. Si trova ancora in coma farmacologico il 53enne ex pilota e formidabile atleta paralimpico Alex Zanardi rimasto vittima di un gravissimo incidente nel quale con la handbike è finito per schiantarsi contro un camion a Pienza riportando fratture al cranio e al volto.

 

Oggi è stato emesso dall'azienda ospedaliera di Siena un nuovo bollettino medico nel quale si precisa che Zanardi ha trascorso la notte "in condizioni di stabilità cardiocircolatoria e metabolica. Le funzioni d'organo sono adeguate". Il campione rimane sempre sedato e intubato e ventilato meccanicamente.

 

"Il neomonitoraggio in corso - aggiunge la nota- ha mostrato una certa stabilità ma questo dato va preso con cautela perché il quadro neurologico resta grave. Le condizioni attuali di stabilità generale non consentono di escludere eventi avversi e pertanto il paziente resta in prognosi riservata".

 

Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento emergenza urgenza dell'ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena ha spiegato che “Il dato positivo è che più passa il tempo e le condizioni restano stabili, questo ci fa ben sperare".

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
23 giugno - 21:07
Una barca si è rovesciata nel lago di Caldonazzo a causa del forte maltempo che si è abbattuto su ampie porzioni del Trentino. Due persone [...]
Cronaca
23 giugno - 19:56
Chi è abituato a percorrere il viadotto dei Crozi sa che sulla vecchia strada da sempre si formano delle cascate con l'arrivo del maltempo. Ora [...]
Cronaca
23 giugno - 21:22
I due escursionisti, con una comitiva di altre 6 persone, si trovavano a quota 3.100 metri sotto le roccette di Punta Penia quando è avvenuto il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato