Contenuto sponsorizzato

Accattonaggio molesto, chiedevano soldi per ''bambini disabili'': quattro persone fermate, saranno espulse

La vicenda si è svolta ieri pomeriggio dopo alcune chiamate al centralino del Commissariato di Polizia di Riva del Garda che segnalavano la presenza in spiaggia di alcune persone che fingendo di far parte di associazioni di volontariato per bambini portatori di handicap chiedevano soldi

Pubblicato il - 02 July 2021 - 12:35

RIVA DEL GARDA. Fingevano di essere rappresentanti di alcune associazioni di volontariato per bambini disabili e con questa scusa chiedevano soldi alle persone da destinare ad una fantomatica associazione tedesca.

 

Sono 4, tutti stranieri, le persone fermate dalla Polizia di Stato con l’ausilio della Polizia locale di Riva del Garda per accattonaggio molesto.

 

La vicenda si è svolta ieri pomeriggio dopo alcune chiamate al centralino del Commissariato di Polizia di Riva del Garda che segnalavano la presenza in spiaggia di alcune persone che fingendo di far parte di associazioni di volontariato per bambini portatori di handicap chiedevano soldi.

 

Immediatamente personale in borghese ha setacciato il centro cittadino le spiagge del lago rintracciando 3 giovani cittadini comunitari provenienti dalla Romania tutti tra i 30 e i 22 anni che in modo fraudolento cercavano di farsi consegnare del denaro dalle persone in spiaggia sostenendo che sarebbero andati ad sovvenzionare associazione a favore di bambini in difficoltà.

 

I tre sono stati fermati e sono stati poi condotti in commissariato. Nella sede della Polizia di Stato di Riva del Garda è stato accompagnata anche una quarta persona ed ai 4 è stato contestato il reato di accattonaggio molesto e sequestrata la somma di 95 euro, frutto dei soldi raccolti nel pomeriggio a Riva del Garda.

 

Sono in atto, nei confronti dei 4, da parte dell’Ufficio Stranieri della Questura di Trento, le procedure per l’espulsione dal territorio dello Stato.  "L’invito - commenta il vice Questore Salvatore Ascione - è sempre quello di avvisare immediatamente le forze dell’ordine per tutte quelle situazioni che potrebbero indurre in errore le persone più fragili o meno attente, di fronte a queste forme subdole di induzione a versare denaro per cause che toccano profondamente l’animo umano" 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 30 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
30 novembre - 20:00
Trovati 199 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 104 guarigioni. Sono 52 i pazienti in ospedale. Sono 840.024 le dosi [...]
Cronaca
30 novembre - 19:39
Il successo dell'opera realizzata dallo scultore veneto a Lavarone è enorme ma dal 2018, quando la tempesta si è abbattuta su Veneto e Trentino [...]
Politica
30 novembre - 21:00
I contratti del pubblico impiego sono bloccati e se i consiglieri regionali sono reduci dall'adeguamento dell'indennità, adesso sembra arrivato il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato