Contenuto sponsorizzato

Al via Spin Accelerator Italy, sei startup al lavoro per rivoluzionare il mondo dello sport

Dalle calzature hi-tech alla misurazione delle performance, sono sei le soluzioni innovative selezionale da Spin Accelerator Italy 2021. Il programma di Open Innovation mette in contatto grandi brand con startup e PMI tecnologiche per innovare insieme il mondo dello sport

Pubblicato il - 10 marzo 2021 - 11:58

TRENTO. Sei startup per rivoluzionare il mondo dello sport. Inizia oggi, mercoledì 10 marzo, il percorso di formazione e coaching per startup e Pmi mirato alla creazione di soluzioni sport-tech. È già la terza edizione di Spin Accelerator Italy e continua ad avere successo. Quest’anno le candidature sono state 47. Tra queste sono state scelte le sei partecipanti tramite un’analisi compiuta dai promotori e dai brand. Ai vincitori andrà un premio di 10mila euro.

 

Il programma viene promosso da Trentino Sviluppo, in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento, UniTn e la fondazione internazionale Hype Sports. Quest’anno inoltre è stato scelto un approccio nuovo alla selezione: l’Open Innovation, ovvero il match tra le reali esigenze di aziende già affermate e le proposte dei candidati.

 

“Si tratta di un approccio innovativo – commenta Paolo Pretti, direttore operativo di Trentino Sviluppo - scelto per dare ancora più concretezza e maggiori opportunità di business alle imprese partecipanti. Questa formula si è dimostrata di sicuro appeal per le grandi aziende che hanno colto con noi questa sfida e, come dimostrano le adesioni, è vista come un’occasione da non perdere per le imprese innovative. Siamo pronti – conclude – ad accogliere queste aziende e a supportarle nello sviluppo delle loro idee di business”.

 

Le sfide tecnologiche lanciate nel bando erano 26, proposte da Diadora, Aquila Basket, Karpos, Energica Motor, Kreuzspitze, The Sneakers Box, Endu ed Energia Pura. Gli ambiti sono i più vari: dall’abbigliamento al marketing, dalla sicurezza ai motori, fino ai nuovi materiali sostenibili e all’abbigliamento sportivo.

 

Le aziende trentine partecipanti al programma sono due: Aquila Basket, che come detto sopra è tra quelle che propongono un problema da risolvere, e Bluetensor, una delle sei che entrerà nel percorso di formazione. In particolare Aquila Basket lavorerà con Timeware per il contatto con i fan. Bluetensor invece si impegnerà nel campo del marketing e dell’e-commerce con The Sneaker Box.

 

Il team romano di Medere invece collaborerà con Diadora per la creazione di abbigliamento e calzature sportive. Ftp (Piacenza) risponderà alla sfida di Endu-Engagico per l’identificazione nel corso degli eventi. Swhard viene invece dal genovese e svilupperà con Energia Pura il suo sistema di misurazione delle performance attraverso sensori. Infine la padovana Warda collaborerà con Karpos nello sviluppo dell’e-commerce e del marketing.

 

Nei prossimi mesi per queste realtà si susseguiranno webinar con relatori internazionali, incontri di lavoro tra i candidati e le imprese coinvolte: tutti gli step necessari a mettere a punto le idee di business che saranno presentate al Demo Day finale del 24 giugno.   

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato