Contenuto sponsorizzato

''Cercasi personale'', mancano i lavoratori in negozi e attività. Peterlana: ''Col Covid cambiamento epocale. Non molti disposti a sacrificare i sabati e le serate''

Tantissimi i manifesti di ''cercasi commessa'', ''cercasi cuoco'' che si trovano nelle attività in centro a Trento. Il vicepresidente di Confesercenti spiega: ''Il problema non è sicuramente solo economico. Dolo la pandemia le persone hanno cambiato idea sulla propria vita lavorativa''

Di Francesca Cristoforetti - 14 October 2021 - 18:06

TRENTO. “Cercasi personale”, che però non si trova. Sono molti i negozi e i pubblici esercizi del centro storico di Trento che hanno appeso alle loro vetrine il cartello “cercasi”, che si legge per ben tre volte in via Suffragio. Annunci si vedono affissi agli ingressi del nuovo negozio che sta per aprire i battenti in via Manci, il Cmp- Sport e poi da Nanà, Para Todos Mexican Food, Lab., Occhiali24.it, MaxMara, Intimissimi. Questo solo per fare qualche nome. 

 

Dal settore delle vendite al dettaglio a quello dell’ospitalità, il post pandemia ha portato con sé un aumento dell'offerta di lavoro e una diminuzione della richiesta. I lavoratori e le lavoratrici, infatti, dai lockdown e le chiusure dovute al Covid oggi sembra chiedano più tempo libero e maggiore flessibilità di orari, anche a discapito di uno stipendio più alto: “C’è stato un cambiamento epocale, i lavoratori e le lavoratrici hanno cambiato le loro priorità - spiega Massimiliano Peterlana, vicepresidente Confesercenti del Trentino - è cambiata la mentalità. Anche di fronte a una busta paga importante, sembra sia prioritario avere del tempo libero, e orari più flessibili”.

 

Il post pandemia ha forse cambiato le nostre priorità? Anche in Trentino si è creata una situazione peculiare, quasi paradossale, soprattutto nel mondo dei pubblici esercizi, del commercio in sede fissa (negozi), ma ancora di più nel mondo dell’ospitalità: si fatica a trovare personale, ma i motivi sono tanti. “Come associazione di categoria ci siamo confrontati, il problema non è sicuramente solo economico – dice Peterlana – le persone non sono disposte a sacrificare il sabato o a lavorare la sera. Dopo la pandemia le persone hanno cambiato idea sulla propria vita lavorativa”.

 

Il Covid avrebbe quindi trasformato il concetto stesso di lavoro ed è per questo che “insieme alle altre associazioni di categoria e alla Pat - completa Peterlana - stiamo cercando di lavorare per dare delle risposte al problema. Presto si dovrà ragionare sul nuovo contratto del turismo insieme ai sindacati per offrire ai lavoratori e alle lavoratrici una serie di nuovi benefit, tra i quali un alloggio (problema non secondario per il reclutamento di professionisti da fuori regione) e orari più flessibili''.

 

Questa soluzione al netto della questione del costo del lavoro, potrebbe attrarre collaboratori e professionisti da fuori, “perché in regione non sono sufficienti le forze lavoro che ci sono in campo – sostiene il vice presidente – questo problema non è diffuso solo in ambito turistico, ma si sta espandendo anche nel commercio in generale che non trova forza lavoro”. Inoltre a partire da domani, 15 ottobre, potrebbe incidere sulla ricerca del personale anche l’obbligo di green pass sul luogo di lavoro (sia nel pubblico che nel privato), che aprirà senza dubbio nuovi scenari. “È un campanello d’allarme che noi come Confesercenti abbiamo colto immediatamente e che non abbiamo intenzione di sottovalutare”, conclude Peterlana.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 October - 12:45
La situazione è paradossale. In un Paese che è stato attraversato da crisi economiche, sociali, che fa i conti con la mafia, che si misura [...]
Cronaca
16 October - 09:56
Stanno nascendo in diverse zone d'Italia e anche in Alto Adige dove esiste uno zoccolo duro di chi è contrario alla vaccinazione. A Gais in un [...]
Economia
15 October - 22:06
Manifestazione martedì 26 ottobre per chiedere la giusta attenzione ai comparti pubblici, alla sanità, alla scuola e alla formazione [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato