Contenuto sponsorizzato

Città "Amica della bicicletta'', a Trento il riconoscimento di Fiab. Ianeselli: ''Al lavoro per zone a 30 km orari, più piste ciclabili e mobilità integrata''

Il riconoscimento Fiab-ComuniCiclabili valuta e attesta il grado di ciclabilità dei comuni italiani, accompagnandoli in un percorso virtuoso verso politiche “bike friendly”, ed attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5 assegnato sulla base di sei categorie (motorizzazione, cicloturismo, ciclabili urbane, moderazione velocità/traffico, governance, comunicazione) e rappresentato da altrettanti “bike-smile” sulla bandiera

Pubblicato il - 20 luglio 2021 - 16:39

TRENTO. Trento è una città amica della bicicletta. Per il quarto anno consecutivo il comune capoluogo, infatti, è stato premiato da Fiab (Federazione italiana ambiente e bicicletta) come “ComuneCiclabile” ottenendo la bandiera gialla che indica le amministrazioni più virtuose in termini di mobilità sostenibile.


Il riconoscimento Fiab-ComuniCiclabili valuta e attesta il grado di ciclabilità dei comuni italiani, accompagnandoli in un percorso virtuoso verso politiche “bike friendly”, ed attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5 assegnato sulla base di sei categorie (motorizzazione, cicloturismo, ciclabili urbane, moderazione velocità/traffico, governance, comunicazione) e rappresentato da altrettanti “bike-smile” sulla bandiera. Trento ha ricevuto 4 bike smile su 5.

 

L’avvio della pianificazione di Pums e Biciplan, a inizio agosto è prevista la conclusione della fase di raccolta dati, e la progettazione di 11 ciclobox da dislocare sul territorio comunale, dimostrano che l’impegno che sta portando avanti l’Amministrazione comunale.

 

Un riconoscimento, quello dato da Fiab al Comune di Trento che, spiega il sindaco Ianselli: “riconosce gli sforzi fatti per rendere la città sempre più a misura delle due ruote. Sappiamo che il lavoro da fare è ancora molto: Trento ha bisogno di più ciclabili (alcune già in cantiere), di ciclobox (in arrivo), di zone a 30 km orari e di una mobilità integralmente rivista (ci stiamo lavorando con il Pums, il piano urbano della mobilità sostenibile). Intanto, cerchiamo tutti di meritarci la bandiera gialla Fiab scegliendo la bicicletta ogni volta che ci è possibile”.

 

L’accordo di collaborazione siglato tra Fiab-ComuniCiclabili e Ali (Autonomie locali italiane), prevede un reciproco impegno nella condivisione di dati, metodi e indicatori, per studiare e monitorare al meglio la mobilità ciclistica e il turismo in bicicletta nel nostro Paese, ha inoltre contribuito a valorizzarla ulteriormente.

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
31 luglio - 17:07
Il sopralluogo è avvenuto mercoledì. Secondo le ultime informazioni i carabinieri avrebbero verificato alcuni aspetti che sono emersi nel corso [...]
Cronaca
31 luglio - 16:18
Ad ufficializzare la decisione una nota del presidente Fugatti nella quale spiega di aver scelto il dirigente del Dipartimento salute per le sue [...]
Cronaca
31 luglio - 16:42
E' successo nella prima parte di questo pomeriggio. Si registrano anche ora diversi chilometri di rallentamenti e di code. Sul posto le forze [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato