Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, a Trento riaprono anche i cinema. Lazzeri: "Già tantissime le prenotazioni. I cittadini hanno voglia di tornare in sala"

Con l'avvicinarsi del Trento Film Festival e gli Oscar appena conclusi, la programmazione che offriranno le sale di Trento si preannuncia essere davvero ricca. Ecco quando riapriranno i cinema Roma, Astra, Modena e Vittoria

Di Lucia Brunello - 26 April 2021 - 18:15

TRENTO. Dopo tanti mesi di “riposo”, finalmente i proiettori dei cinema potranno tornare ad essere accesi. A Trento, a differenza di altri luoghi, si respira decisamente un’aria positiva in merito. Del resto è ormai alle porte anche l’inizio del Trento Film Festival, che con i suoi ospiti e le sue 98 pellicole, certamente animerà la città.

 

Ma andiamo con ordine. A partire dal 29 aprile, a Trento i cinema Nuovo Roma e la multisala Astra riapriranno le porte per accogliere i cittadini con una programmazione ricca, che andrà ad attingere tanti titoli dai film candidati agli Oscar, tra cui ovviamente il vincitore "Nomadland". Dal 30 aprile, invece, i cinema Modena e Vittoria saranno impegnati con le esclusive proiezioni del Trento Film Festival.

 

"Nei nostri cinema saranno rispettate tutte le norme anti Covid, a partire dal limite del 50% dei posti a sedere”, spiega a ilDolomiti.it Massimo Lazzeri, titolare di Cineworld Trento, che comprende i cinema Modena, Vittoria e Nuovo Roma. “Sarà rispettata la distanza di 1 metro da ogni spettatore, oltre all’ovvio obbligo di mascherina. Vi sarà inoltre il divieto di mangiare in sala".

 

I cittadini sono invitati ad acquistare i biglietti online, ma le casse dei cinema di Trento saranno comunque aperte e disponibili per la vendita. "Per via del coprifuoco, per ora terremo una programmazione con due proiezioni: una in orario pomeridiano, intorno alle 17, e una serale, che indicativamente sarà alle 19.30".

 

“A Trento siamo fortunati - prosegue Lazzeri - perché i nostri cinema si sono sempre distinti per il loro ruolo culturale, prediligendo i titoli d’autore”, spiega. “Le grandi multisala, invece, stanno facendo certamente più fatica di noi ad alzarsi, essendoci grande carenza di film più commerciali. Posso stimare che in Italia circa un 80% del mercato è rimasto fermo. Sarà lo spostamento o la rimozione del coprifuoco a permettere alle multisala di tornare a lavorare”.

 

In ogni caso, Trento, insieme alla sua anima più artistica e culturale, è pronta per tornare a "vivere". "Siamo molto ottimisti", conclude Lazzeri. "Ci sono già tantissime prenotazioni, e questo significa che le persone hanno voglia di tornare in sala".

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
02 dicembre - 20:39
Dopo le rivelazioni del sindaco Finato si allungano le ombre sul progetto per il Nuovo ospedale di Cavalese. Ora Cia chiede conto del ruolo avuto [...]
Cronaca
02 dicembre - 15:54
Il Centro in via Dogana 1 ha iniziato ad accogliere le vittime di violenza dai primi anni 2000, partendo da 92 arrivando a 335 nel 2021. [...]
Cronaca
02 dicembre - 19:23
Raffaele Sollecito fu condannato in primo grado nel 2009 e poi definitivamente assolto insieme ad Amanda Knox,  per la morte di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato