Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, cerca di arrivare in Italia mostrando un certificato falso di tampone. Fermato al Brennero, nei guai un 44enne

L’uomo, cittadino ucraino di 44 anni, regolarmente soggiornante in provincia di Trento, è stato denunciato per uso di atto falso e segnalato alle autorità sanitarie, dovendo comunque effettuare il periodo di quarantena presso la propria abitazione, in quanto proveniente da un Paese extra Ue.

Pubblicato il - 27 February 2021 - 12:39

BOLZANO. Prova ad entrare in Italia mostrando un certificato falso di tampone anti-Covid. Pensava di farcela ma non ha fatto i conti con l'attenzione messa dalle forze dell'ordine nei controlli che continuano su tutto il territorio e soprattutto nelle zone di confine. A finire nei guai un cittadino ucraino soggiornante a Trento. 

 

L'episodio è avvenuto nella mattinata di ieri. Una pattuglia della squadra volante del Brennero, impegnata nei controlli sulle vetture in ingresso in Italia dall’Austria, ha fermato alla barriera autostradale di Vipiteno un furgone con targa ucraina, con a bordo tre persone.

 

Una di queste, a seguito della richiesta formulata dagli Agenti di esibire l’attestazione di essersi sottoposto entro le 48 ore precedenti ad un tampone di rilevazione dell’infezione da Sars-Cov2, esibiva un certificato apparentemente rilasciato da una farmacia di Nizza.

 

Ciò evidentemente destava sospetti negli operatori, che hanno effettuato immediatamente delle verifiche cercando di mettere alle strette il cittadino straniero che alla fine ha ammesso la falsità del certificato.

 

L’uomo, cittadino ucraino di 44 anni, regolarmente soggiornante in provincia di Trento, è stato denunciato per uso di atto falso e segnalato alle autorità sanitarie, dovendo comunque effettuare il periodo di quarantena presso la propria abitazione, in quanto proveniente da un Paese extra Ue.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 18:28
La notizia è di queste ore e rimbalza sui siti e sui giornali svizzeri perché la richiesta era stata avanzata dal Paese Elvetico. Ma analizzati i [...]
Cronaca
29 novembre - 16:44
La presa di posizione di Futura: “L’esperienza del Centro Sociale Bruno non solo non va sgomberata ma al contrario, anche in vista dei prossimi [...]
Cronaca
29 novembre - 17:19
Il provvedimento del questore di Trento, Maurizio Improta, ha sospeso la licenza per la somministrazione di bevande e alimenti del White Lounge bar
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato