Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, 14 casi a Rovereto e 12 a Trento. I 47 Comuni del contagio e dove sono avvenuti i 32 decessi

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 37 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 2 decessi, ma si aggiungono le 30 vittime in Rsa. Sono 47 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

Di Luca Andreazza - 24 January 2021 - 19:51

TRENTO. Ci sono 25.731 casi (il pannello di monitoraggio riporta da qualche giorno solo i nuovi positivi accertati con tampone molecolare) e 1.196 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus da inizio epidemia, sono 23.441 i guariti da inizio emergenza e 1.096 gli attuali positivi al tampone molecolare. Sono stati, purtroppo, comunicati 2 decessi, di cui 1 in ospedale. Le morti sono state attribuite ai Comuni di Baselga di Pinè e Mezzocorona. Ci sono poi 30 vittime in Rsa comunicate solo ora: 14 decessi a Borgo e 16 a Rovereto. Il bilancio è di 726 decessi in questa seconda ondata di Covid.

 

Sono 250 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva 37 in alta intensità. Sono stati trovati 43 positivi dall'analisi di 1.524 tamponi molecolari; gli altri 88 contagi sono stati individuati tramite 798 test antigenici. Si aggiungono, infatti, 127 positività a conferma dei test rapidi dei giorni scorsi (Qui articolo).

 

C'è stata poi una tragica dimenticanza sui dati: 30 morti in Rsa tra novembre e dicembre non sono stati comunicati prima di queste ore. Questa la ragione che porta un ulteriore appesantimento del bilancio (Qui articolo).

 

Il pannello di monitoraggio provinciale riporta solo i 43 casi accertati con tampone molecolare nelle ultime 24 ore, mentre nei giorni scorsi venivano inseriti anche i contagi da molecolare a conferma della positività da test antigenico.

 

Nel dettaglio i risultati dei tamponi molecolari. A Rovereto sono stati trovati 14 contagi e la città della Quercia ha 148 attuali positivi; sono 12 i nuovi casi a Trento che si attesta a 163 attuali positivi.

 

Poi 6 infezioni Borgo (26 attuali positivi); 4 positivi a Arco (20 attuali positivi); 3 casi a Mezzocorona (45 attuali positivi), Ala (16 attuali positivi) e Villa Lagarina (20 attuali positivi).

 

Poi 2 contagi a Riva del Garda (23 attuali positivi), Levico (19 attuali positivi), Predaia (6 attuali positivi), San Giovanni di Fassa (8 attuali positivi), Castel Ivano (15 attuali positivi), Vallelaghi (8 attuali positivi), Giovo (7 attuali positivi), Novella (10 attuali positivi), Segonzano (2 attuali positivi), Calceranica (5 attuali positivi) e Castelnuovo (5 attuali positivi).

 

E ancora 1 positivo a Calliano (2 attuali positivi), Pergine (47 attuali positivi), Baselga di Pinè (11 attuali positivi), Lavis (15 attuali positivi), Cles (7 attuali positivi), Mori (17 attuali positivi), Primiero San Martino di Castrozza (5 attuali positivi), Storo (9 attuali positivi), Ville d'Anaunia (5 attuali positivi), Tione (1 attuale positivo), Cembra Lisignago (5 attuali positivi), Terre d'Adige (5 attuali positivi), Cavedine (5 attuali positivi), Castello-Molina di Fiemme (5 attuali positivi), Grigno (7 attuali positivi), Avio (14 attuali positivi), Borgo d'Anaunia (2 attuali positivi), Besenello (3 attuali positivi), Bedollo (7 attuali positivi), Volano (1 attuale positivo), Pomarolo (3 attuali positivi), Albiano (9 attuali positivi), Valdaone (2 attuali positivi), Contà (2 attuali positivi), Livo (3 attuali positivi), Fierozzo (1 attuale positivo), Sanzeno (2 attuali positivi), Fiavè (2 attuali positivi) e Garniga Terme (3 attuali positivi).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 March - 19:50

E' emerso un focolaio allo studentato, 8 ragazzi a San Bartolameo sono risultati positivi e sono in corso in particolare le verifiche su un’altra quarantina di persone. Non si esclude che la diffusione di Covid sia riconducibile a una variante

05 March - 18:56

Ha frequentato una scuola di moda e dopo un periodo di gavetta, la 25enne è rimasta senza occupazione a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid-19 ma non si è persa d'animo. Cecilia Bianchi: "Lavoravo in un negozio di tendaggi ma vista la situazione difficile mi sono ritrovata a casa. A quel punto ho iniziato a riflettere sul mio futuro con maggiore forza e ho deciso di rimettermi in gioco con energia con una mia attività"

05 March - 17:58

Il presidente della Provincia conferma che a livello di classificazione non cambia nulla rispetto alla passata settimana nonostante l'Rt sia in crescita e l'incidenza sia tra le più alte d'Italia e sia la terza peggiore per occupazione delle terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato